Felipe Massa attacca Alonso? Solo una gaffe

Felipe Massa attacca Alonso e lo accusa di essere colpevole quanto Piquet per lo scandalo di Singapore

da , il

    Se il buongiorno si vede dal mattino, il rapporto in Ferrari tra Felipe Massa e Fernando Alonso non sarà facile. Soprattutto per colpa della stampa che non vede l’ora di creare zizzania tra i due. Anche una frase detta dal brasiliano a dei giornalisti connazionali, quindi, diventa motivo di scandalo.

    FELIPE MASSA. Vatti a fidare degli amici. Parlando ad un pranzo con dei giornalisti brasiliani sul caso Alonso-Singapore, Felipe Massa avrebbe dichiarato:“Fernando non poteva non sapere, è logico che sapesse”. Da lì a fare il giro del mondo ed a creare titoloni sulle principali testate del web è un attimo. La frittata è fatta e l’incidente diplomatico richiede un intervento di mamma-Ferrari che fa uscire un’agenzia stampa sul sito ufficiale nella quale ridimensiona la portata delle precedenti affermazioni. “Quello che ho detto è frutto di una mia sensazione e non si basa su alcun elemento concreto – ha precisato Massa su ferrari.com il Consiglio Mondiale della FIA ha stabilito che non c’è nessuna prova che Fernando fosse informato di quanto sarebbe accaduto ed io rispetto questa decisione. E’ ovvio - ha però aggiunto il pilota che ha perso il titolo per un solo punto ricordando come quell’incidente abbia condizionato la sua gara – che io sia molto dispiaciuto per quello che emerso a proposito di quanto successo a Singapore l’anno scorso: ho già detto quello che ne penso diverse volte e ora è giunto il momento di chiudere definitivamente questa pagina e di guardare avanti“. Infine, arriva la rassicurazione che quell’episodio non condizionerà minimamente il rapporto tra i due.

    ALONSO-FERRARI. Felipe Massa sta già imparando cosa voglia dire avere in squadra un compagno come Fernando Alonso. Michael Schumacher era intoccabile. Kimi Raikkonen incassava come un pugile senza batter ciglio. Alonso no. Basta dire una parola fuori posto che vien giù il finimondo. Si abitui il pilotino, si guardi bene alle spalle e non si fidi di nessuno. Quelli che dovevano essere amici, giornalisti brasiliani incontrati ad un ristorante, hanno preso al volo delle sue parole per creare una polemica dal nulla. Se questo è solo un antipasto, ci attende un 2010 di fuoco. Da parte nostra, quando possibile, promettiamo che proveremo a fare i pompieri. Onestamente, preferiamo parlare e far parlare di pista.