Felipe Massa: carriera a rischio per lesione al nervo ottico dell’occhio sinistro

I piloti di Formula 1 fanno gli auguri di pronta guarigione a Felipe Massa

da , il

    Non restano molti dubbi, entro breve, Felipe Massa sarà in grado di tornare ad una vita normale. Potrà vedere, giocare e correre con il figlio che nascerà a Novembre. A causa di una lesione all’occhio sinistro, però, la sua carriera come pilota di Formula 1 è ancora a rischio.

    LESIONE OCCHIO. Siamo in bilico. Il bulbo oculare non ha evidenziato danni, discorso diverso per il nervo ottico. Fino a quando Felipe Massa non si sarà ripreso e sarà in grado di aprire l’occhio, però, non è possibile fare gli esami del caso per escludere o individuare particolari disturbi visivi. Purtroppo le informazioni che arrivano dall’ospedale sono contrastanti. Si va da chi minimizza, da chi ostenta ottimismo, da chi dà l’impressione di omettere qualcosa di importante fino a chi sbatte in faccia la cruda realtà e fa venire il sospetto di essere persino troppo allarmista. Mentre la Ferrari escludeva il pericolo di vita, infatti, il medico che lo ha operato parlava, inizialmente, addirittura di lesioni cerebrali.

    INCIDENTE MASSA. L’incidente di Felipe Massa ha scosso l’opinione pubblica. Nessuno pensava, sbagliando, che la Formula 1 potesse ancora essere uno sport pericoloso. L’enorme afflusso di giornalisti famelici di notizie fuori dall’ospedale, ha determinato una vera congestione mediatica. La Ferrari ha provato a fare il suo mediante comunicati stampa continui ma è stata spesso scavalcata dall’equipe di medici della struttura nonché dal ministero della difesa ungherese, proprietario dell’AEK hospital di Budapest. Rispetto ad un sito del Cavallino che diceva “va tutto bene”, gli inviati presenti in loco hanno preferito dare spazio ai loquaci dottori che avevano operato Felipe Massa. Quest’ultimi non hanno mai nascosto la gravità dell’accaduto ed hanno sempre tenuto a mente le possibili conseguenze di un infortunio di quel tipo. Fortunatamente, ad oggi tutti sono concordi nel riportare che il pilota si sveglia sempre più spesso dalla sedazione. È in grado di comunicare, reagisce quando qualcuno gli parla. Il recupero sta iniziando.

    TRASFERIMENTO A PARIGI? Nonostante gli specialisti ungheresi abbiano fatto un buon lavoro, l’intenzione della famiglia Todt (Nicolas, figlio di Jean, è il manager di Felipe Massa) sarebbe quella di trasferirlo quanto prima in Francia. Per lui sarebbe pronto un posto nella clinica Pitiè-Salpetriere dove avrebbe le cure del professor Gerard Saillant. Lo spostamento, salvo complicazioni, dovrebbe avvenire entro la fine di questa settimana.