Felipe Massa: da Schumacher ad Alonso, tutti i nomi dei sostituti

Dopo l'incidente di Felipe Massa ci si interroga sui nomi degli eventuali sostituti

da , il

    Chi sarà il sostituto di Felipe Massa? Impazzano le voci. Si parla dei collaudatori Marc Gene’ e Luca Badoer. Si scomoda Michael Schumacher. Si pensa alla giovane promessa Mirko Bortolotti. Si azzarda Fernando Alonso. Ma siamo sicuri che sarà qualcuno di questi?

    MARC GENE’ E LUCA BADOER. Lo spagnolo capita a fagiolo. A Valencia ci sta come il limone sulle cozze. E’, inoltre ben più allenato di Luca Badoer che, non solo lamenta qualche problemino fisico, ma è anche lontano dalla bagarre da molto più tempo dell’iberico (fresco vincitore della 24 ore di Le Mans). Tra i due, quindi, se la vince a mani basse Marc Gené, per quanto non dia grosse garanzie dal punto di vista prestazionale e rischi di trasformare la trasferta Valenciana in una vera e propria gita infruttuosa. Il lato positivo sarebbe, casomai, da vedere in ottica 2010. Già a Budapest, infatti, è stato sfruttato il venerdì di gara per provare nuove componenti della monoposto che sarà. Nessuno meglio di un esperto collaudatore potrebbe aiutare sul campo la squadra di ingegneri che a Maranello ci sta dando dentro con computer e simulatori. Scelta conservativa.

    MIRKO BORTOLOTTI. Tra i nomi che suscitano più attese e che sono usciti in questi giorni c’è quello di Mirko Bortolotti. Il ragazzo, vincitore della F3 Italiana nel 2008, è salito agli onori delle cronache per aver fatto segnare il record della pista di Fiorano, al suo debutto assoluto con una Formula 1, dopo aver vinto una gita premio lo scorso inverno. Adesso è sotto contratto con la Red Bull e sta ben figurando in Formula 2. Un salto in Ferrari sarebbe da pazzi. E, poi, lui ha un difetto in più. E’ italiano. Difficile credere che la Ferrari metterà un giovane alfiere tricolore in pista. Si sa come la pensano sul tema a Maranello. A giocare a suo favore c’è l’esperienza di Jaime Alguersuari. Il coetaneo spagnolo ha dimostrato che con talento ed impegno, doti che non mancano a Bortolotti, si può diventare piloti di Formula 1 senza aver effettuato neanche un test. Scelta coraggiosa.

    MICHAEL SCHUMACHER. Non è stato un giornalista strampalato a definire, in tempi non sospetti, Michael Schumacher come terzo pilota Ferrari. E’ stato il mega-presidente Luca di Montezemolo. Perciò, se si vuole coltivare la speranza che il tedesco faccia il grande ritorno, dobbiamo chiederlo a lui. L’impressione, per come lo conosciamo, è che non aspetti altro. Montezemolo s’intende. Il problema sta nel convincere Schumi. Il suo ritorno rappresenterebbe un evento mediatico di rilevanza mondiale, darebbe garanzie sia dal punto di vista prestazionale che di sviluppo in ottica 2010. Anche lo stato fisico sarebbe ok. Il tedesco è sempre in grande forma (ha recentemente dato la paga a vari colleghi in Kart) ed avrebbe un mese di tempo per allenarsi in modo specifico. Se pensate sia il caso, potete andare qui, sul forum Ferrari e dire direttamente ai capi della scuderia che cosa ne pensate! Scelta nostalgica.

    FERNANDO ALONSO. Flavio Briatore avrà pur tanti difetti, ma ha il pregio di sapere cosa la gente vuole. Sotto sotto sarebbe d’accordo a “prestare” Alonso alla Ferrari. Ancor di più in considerazione del fatto che proprio Alonso – e proprio nella sua Spagna – rischia di fare il turista se non viene tolta la squalifica alla Renault per il GP d’Europa. Ovviamente la manovra andrebbe a buon fine solo se ci fosse l’intenzione da parte della Ferrari di ufficializzare di lì a poco l’ingaggio dello spagnolo. Scelta shock.

    CHI AL POSTO DI FELIPE MASSA?. Dimmi che pilota preferisci e ti dirò chi sei. Conservativo, nostalgico, coraggioso o da shock? Scherzi a parte, l’esperienza di Michael Schumacher nel 1999 insegna che in passato la Ferrari ha fatto altre considerazioni. Allora non si guardò in faccia ad alcun collaudatore collaudato del tipo Luca Badoer. Non si andò a prendere una giovane promessa. Non si pescò dal mazzo dei piloti italiani. Saltò fuori, a sorpresa, Mika Salo. Oggi non ci sono più né Jean Todt né Ross Brawn a comandare, ma l’impressione è che Stefano Domenicali voglia proseguire su una linea del genere. Inutile aggiungere che, qualora il Kaiser pensasse di fare il gran ritorno, per lui la macchina è già pronta. Utile sapere che, la scelta più logica e razionale, quella senza sorprese, invece, porta dritti a Marc Gene’. Sugli altri, non ci scommetterei un centesimo di Euro. Ricordo che tra 24 ore si potranno iniziare ad avere delle indicazioni sui tempi di recupero di Felipe Massa (non è escluso che sia già in pista a Valencia). Intanto, attorno al controverso tema, è possibile proseguire la discussione nel nostro sondaggio della settimana.

    Foto: ferrari.com; f1fanatic.co.uk; corrieredellosport.it