Felipe Massa e Kimi Raikkonen puntano sull’armonia per battere Hamilton e Alonso

Felipe Massa e Kimi Raikkonen puntano sull'armonia in Ferrari per battere Hamilton e Alonso

da , il

    Felipe Massa e Kimi Raikkonen puntano sull'armonia in Ferrari per battere Hamilton e Alonso

    Abbiamo parlato poco della rivalità tra Felipe Massa e Kimi Raikkonen. Ne abbiamo parlato poco perché dall’altra parte della barricata c’era, e c’è, ben altro.

    Sul fronte Ferrari, oltretutto, c’è un pilota che risponde al nome di Kimi Raikkonen che, con il suo atteggiamento alla “me ne frego”, sembra non preoccuparsi di niente di nessuno. Figuriamoci, quindi, se per lui può essere un problema Felipe Massa. Kimi Raikkonen si limita, si fa per dire, a fare quello che la squadra gli chiede in modo semplice e professionale.

    Lo stesso discorso, ad onor del vero, vale per il brasiliano. La differenza tra i due, semmai, sta nel fatto che Massa teme molto di più la concorrenza e sa che deve in ogni momento dimostrare di valere il rivale. Questo ha comportato in passato alcuni errori di foga e qualche muso lungo di troppo, ma niente di drammatico.

    Talmente poco drammatico che ora, a bocce ferme, il pilotino si gusta l’ambiente sereno all’interno della squadra e fa pure i complimenti a Kimi Raikkonen:“Vedendo cio’ che sta accadendo in McLaren sono davvero contento del rapportoche ho con Kimi. Non posso dire che siamo amici ma ci comportiamo come due piloti professionali che provano a dare il meglio per il team. Onestamente mi sento molto fortunato a lavorare per la Ferrari dove non ho affatto problemi con il mio compagno di squadra. C’e’ un’atmosfera fantastica e lavoriamo molto bene insieme”.

    A fargli eco, sulle pagine di una rivista tedesca, è pure l’uomo-ghiacciolo il quale spera di trovare proprio nella bufera di casa McLaren quell’aiuto che gli permetterà di rosicchiare i 20 punti di distacco in classifica:“Per noi può essere solo positivo il fatto che dall’altra parte ci siano dei problemi. Il fatto che gli altri non vadano d’accordo potrebbe avvantaggiarci”.

    Il finlandese, comunque, è cosciente che non basta solo essere sereni. Ci vuole anche una gran macchina e, soprattutto, arriare in fondo. D’ora in poi: sempre.