Felipe Massa: è rFactor il simulatore

Un viaggio sulle orme del simulatore utilizzato da Felipe Massa per mettere alla prova i propri riflessi e la tenuta mentale fa scoprire che anche il pilota Ferrari ha avuto a che fare con rFactor: il gioco più diffuso tra gli amanti delle corse

da , il

    Anche Massa usa rFactor. Non è uno slogan per il lancio della nuova edizione del gioco/simulatore più diffuso tra gli amanti delle corse ma il racconto dell’inviato di Repubblica a Modena, proprio lì dove il pilota brasiliano ha passato ore ed ore a testare riflessi e tenuta mentale.

    rFACTOR. Quel simulatore che Felipe Massa ha messo a dura prova per oltre sei ore al giorno è rFactor. A raccontarlo è un inviato di Repubblica che è andato nel laboratorio di Anton Stipinovich a Modena. Passi la monoposto senza ruote, il subwoofer sotto il sedere che pare Massa abbia voluto fosse al massimo del volume e lo schermo di 3 metri. Il resto è quello che milioni di giocatori in tutto il mondo hanno davanti ogni giorno: rFactor, appunto.

    FELIPE MASSA. Il brasiliano della Ferrari ha girato per due giorni sui circuiti di Barcellona, ideale per un test virtuale tanto quanto lo è per uno reale, di Interlagos e di Abu Dhabi. In Brasile non sarà in pista. Sarà in pit lane e sventolerà la bandiera a scacchi, questo sì. Ad Abu Dhabi, chissà. Lui ci spera ancora ma sa che la probabilità è bassissima.

    CONTROLLI MEDICI. Dall’ospedale Pitié Salpetrière di Parigi, dove Massa si è recato per dei controlli medici neurologici ed oculistici voluti dalla FIA, arrivano i primi responsi. E sono positivi. L’esame all’occhio sinistro ha confermato che il pilota Ferrari ha recuperato al 100% le proprie funzionalità. Oggi gli esami proseguiranno. Se non emergeranno problemi, lunedì sarà in pista a Fiorano con la F2007 gommata slick da GP2.

    Foto: www.repubblica.it