Felipe Massa lancia la sfida: Ferrari superiore, la McLaren ha bluffato nei test?

Felipe Massa lancia la sfida alla McLaren: Ferrari superiore, qualcuno ha bluffato nei test?

da , il

    Felipe Massa lancia la sfida alla McLaren: Ferrari superiore, qualcuno ha bluffato nei test?

    Felipe Massa è carico. La storia poi ci dirà se le sue sono le solite uscite da sfigato o se, invece, qualcosa che si muove sotto c’è sul serio. Consapevole delle potenzialità del proprio mezzo, prevede una Ferrari superiore alla concorrenza e mette in guardia sia Kimi Raikkonen che Lewis Hamilton.

    In un’intervista rilasciata a La Stampa, il brasiliano fa il punto della situazione a poco più di una settimana dal via del mondiale.

    “Ho la possibilità di vincere – tiene subito a precisare Massa – posso farlo perché siamo messi ancora meglio dello scorso anno. Abbiamo fatto più chilometri e abbiamo avuto meno problemi tecnici. Non va dimenticato che se avessi avuto solo un po’ di fortuna in più e meno problemi me la sarei giocata fno all’ultimo anche nel 2007″. “La F2008 è fantastica perché si è dimostrata da subito più veloce della F2007 e con gli ultimi aggiornamenti è andata ancora meglio. Soprattutto, abbiamo risolto il problema che avevamo nelle curve lente “Si dice che con le mappature giuste si riesce a risolvere la mancanza di aiuti elettronici - prosegue il pilota del Cavallino – ma non è esattamente così: se c’è una curva difficile possiamo impostare la mappatura dell’acceleratore in modo che si adatti a quella lì, ma poi la stessa regolazione va tenuta per il resto della pista. Diciamo che il vero cambiamento è avvenuto nella nostra testa e ci siamo abituati in fretta nel tornare ad usare il piede come traction control. Il problema, adesso, è solo quando piove”.

    “Schumacher dice che sarò io l’avversario più pericoloso per Kimi Raikkonen? Lo spero. Con lui abbiamo un ottimo rapporto ma solo lavorativo ed è questo ciò che conta”. “Non mi fa paura la McLaren - conclude Massa – perché anche se erano davanti a noi nell’ultima settimana di test, stavano facendo un lavoro diverso dal nostro. Noi simulavamo un Gran Premio mentre loro avevano poca benzina e gomme nuove. Quando abbiamo girato noi in quelle condizioni, io ho battutto il record della pista. Se qualcuno ha bluffato, lo scopriremo presto”