Felipe Massa, tanta voglia di rivoluzione

felipe massa conquista la vetta del campionato mondiale per la prima volta in carriera e si gode il suo momento d'oro

da , il

    Felipe Massa e la voglia di rivoluzione

    Felipe Massa sale in cima alla classifica del mondiale per la prima volta in carriera e sembra avere le carte in regola per restarci. Si tratta, a ben vedere, di una vera e proprio rivoluzione in casa Ferrari.

    E’ impossibile parlare di evoluzione. Quella si era vista lenta, lentissima, da quando Massa esordì alla Sauber e poi si fece un anno di apprendistato in Ferrari sotto l’ombra di Michael Schumacher. Da quel momento in poi, mentre altri suoi colleghi sfrecciano velocemente verso il titolo mondiale o ci andavano molto vicino, lui pur guidando la miglior vettura del momento, faticava ad andare del loro passo.

    Costanza da zero. Velocità pura da 10 ma, appunto, a corrente alternata. Bene a livello generale, non abbastanza però per essere un serio candidato all’iride. Troppo giusto, invece, come seconda guida coi fiocchi, scudiero capace di ritagliarsi un po’ di gloria ma non dare troppo fastidio a chi fa sul serio.

    La rivoluzione si chiama Sepang 2008, GP di Malesia. Da quella figuraccia in poi, Massa non ha sbagliato praticamente nulla. Si è fatto battere da Raikkonen due volte nettamente ma gli ha reso il servizio senza dover chiedere niente a nessuno, ha rimontato, lo ha superato in classifica ed ora si è messo ad incrementare il vantaggio.

    Lo stop forzato del finlandese in Canada e lo scarico difettoso della Francia, hanno poi fatto il resto. Se diventi costante ed hai anche la fortuna dalla tua parte, vuol dire che potrebbe essere la tua stagione giusta. In fin dei conti, se da Felipe Massa diventi “Ammazza che Felipe!”, tutto può succedere. Alla faccia di chi sostiene che un tronco nell’acqua non possa mai diventare coccodrillo…

    Foto | Ferrari