Felipe Massa, tutti tifano per lui

Felipe Massa arriva di nuovo dietro a Kimi Raikkonen nel Gran Premio di Spagna 2008

da , il

    Felipe Massa, tutti tifano per lui

    Ci risiamo per Massa. Il brasiliano non ha fatto in tempo a festeggiare in Bahrain che dalla Spagna arriva un verdetto inequivocabile: vinci in Turchia o rassegnati. Secondo per il secondo anno. Secondo per sempre!

    Si consoli Felipe. Esclusi i ferraristi nostalgici del Barrichello, i quali storcono il naso ogni qualvolta lo vedono darsi delle arie da prima guida, a tifare per il pilotino ci saranno tutti, ma proprio tutti. In ordine sparso, eccone alcuni:

    Ci saranno Hamilton e la McLaren, nella speranza che li aiuti a tenere a tiro Raikkonen, quel tanto che basta per lasciare il campionato in forse almeno fino a metà stagione.

    Ci saranno i componenti della famiglia Todt. A parte la Michelle Yeoh, moglie di Jean, s’intende, che tifa ancora Schumi (qualcuno l’avverta), sia Nicolas che il papà, vorrebbero evitare di dover dare ancora delle scomode spiegazioni sul perché un rinnovo del contratto con così grande anticipo.

    Ci sarà Fernando Alonso che di nemici ne ha già abbastanza, Massa compreso, e non vuole essere tirato in ballo ogni volta che il numero 2 della Ferrari non va. Per firmare un contratto con il Cavallino, non ha certo bisogno di fare né il gufo, né l’avvoltoio.

    Ci saranno Stefano Domenicali e Luca Baldisserri perché non vorrebbero mai che si pensasse che alla Ferrari gli ordini di scuderia ci sono ancora. Per giunta segreti.

    Ci saranno Bernie Ecclestone, Max Mosley e tutti i governanti della Formula 1 che, tra uno scandalo e l’altro, ogni tanto buttano l’occhio allo share e si accorgono che un campionato noioso equivale ad un campionato con meno spettatori il che significa un campionato con meno soldi.

    Ci sarà Luca Cordero di Montezemolo, perché Massa non lo sopporta e si è rotto le balle di dire palle colossali ai giornalisti. Visto che dovrà continuare a sostenere che vuole bene a lui e a Raikkonen alla pari e che sono loro due i più forti di tutti, l’unico modo per non andare in crisi esistenziale a fronte delle troppe bugie dette, è quello di trovarsi una buona volta con due piloti alla pari. Sul serio. E che vinca il migliore. O il più abbronzato.

    Vai Felipe, facci sognare!