Fernando Alonso, 15 giorni all’alba: Red Bull torna alla carica. Flavio Briatore fa le corna

Fernando Alonso, 15 giorni all’alba: Red Bull torna alla carica

da , il

    Fernando Alonso, 15 giorni all'alba: Red Bull torna alla carica. Flavio Briatore fa le corna

    Una voce vicina allo spagnolo ha indicato in due settimane il tempo che il pilota ex-McLaren si è dato prima di decidere il suo futuro. Tra la scontata destinazione Renault e la sorpresa Red Bull dove pare che Fernando Alonso abbia fatto visita alla sede, tiene ancora la pista Toyota e rispunta l’idea Ferrari dal 2009.

    Spiazzando un po’ tutti gli addetti ai lavori che davano l’affare per concluso, almeno virtualmente. Flavio Briatore aveva pubblicamente dicharato che la percentuale che Alonso arrivi non è superiore al 60%.

    A questa notizia, si deve aggiungere l’indiscrezione secondo cui il pilota spagnolo avrebbe fatto visita alla sede del team e stia trattando con Franz Tost e Gerhard Berger. Le parti hanno parlato di un incontro di cortesia, ma i punti interrogativi restano sul “perché”, visto anche il momento in cui è avvenuto.

    Il team di Mateschitz pare che abbia messo sul piatto un qualcosa di estremamente diverso da quanto proposto dalla Renault.

    Se Briatore dava ad Alonso un progetto triennale con possibilità di lottare per vincere le gare dal 2008 e conquistare il titolo dal 2009, la Red Bull gli offre un anno di contratto e la firma di Adrian Newey sulla sua monoposto. STOP. Il resto sarà una scommessa. Una scommessa dove c’è poco da perdere visto che lo spagnolo sarebbe libero di andarsene via dopo un anno.

    La Renault, oltretutto, deve dimostrare di sapere reagire e tornare vincente. Per questo Alonso il prudente, sarebbe tentato dall’anno in Red Bull. Se la macchina fosse da metà schieramento, potrebbe andarsene e guarda a quel punto alla Ferrari. Se la macchina facesse il salto di qualità atteso/voluto/sperato/previsto sarebbe già sistemato.

    La pista Ferrari nonostante i contratti blindati dei suoi piloti, non accenna a raffreddarsi. Secondo alcuni giornali spagnoli la cui credibiltà è ancora da dimostrare, infatti, l’allungarsi delle trattative è colpa del fatto che Alonso sta cercando una sistemazione provvisoria in virtù di un precontratto già siglato con Maranello per il 2009. Noi riportiamo. Crederci o meno, sta a voi.