Fernando Alonso: auguro ogni bene a Massa, il secondo posto è merito mio

da , il

    Sono stati compagni di banco per 4 anni, tra due giorni non lo saranno più. La coppia Alonso-Massa verrà divisa al termine del Gran Premio d’Interlagos. In Brasile i due si saluteranno, con Felipe che si accasa in Williams. Quattro anni ricchi di avvenimenti, dove tra i due è nata (secondo le parole di Alonso) un’amicizia anche fuori dalle piste. E’ un lontano ricordo il litigio del Nurburgring nel 2007, e ora Fernando vuole salutare al meglio il compagno. Ma non solo, l’asturiano non risparmia le solite frecciate alla squadra, soprattutto dopo le parole di Montezemolo, che ribadiva quanto Alonso dovesse correre sempre pensando alla squadra, mai per il singolo.

    Ecco le parole di Alonso su Felipe Massa, riportate dal sito Ferrari.com: “Ci siamo divertiti nei quattro anni di un rapporto produttivo per la Ferrari. Abbiamo sempre lavorato a stretto contatto, e abbiamo costruito un rapporto di amicizia anche fuori dalle piste, in parte per le attività che organizza la squadra, come l’allenamento fatto a Lanzarote, così come il tempo trascorso insieme a Madonna di Campiglio. Abbiamo vissuto bei momenti insieme. In pista ci sono stati degli alti e dei bassi, nel caso di Felipe di solito legati agli pneumatici che avevamo, come nel 2011 quando ha fatto un po’ più fatica di me. Ma è sempre stato competitivo e spero che qui, nella sua gara di casa, davanti al suo pubblico, possa fare bene. Sono sicuro che la Ferrari, me compreso, darà il 120 per cento per lui per fare un buon weekend. Auguro tutto il meglio a Felipe per la prossima stagione, anche se spero non sia troppo forte!”.

    Infine ribadisce l’ennesima stoccata alla squadra, rea di non avergli dato una vettura competitiva per la stagione: “Eravamo partiti con l’ambizione di lottare per il titolo, mi ritrovo secondo in classifica e sono orgoglioso di questo risultato perché l’ho ottenuto senza disporre della seconda monoposto più veloce in pista. Le ragioni le dovete chiedere a Domenicali però di sicuro ci ha danneggiato non poter disporre della nostra galleria del vento, un ostacolo in più nella lotta con la Red Bull. Nel 2014 ci serve una vettura capace di stare davanti alla Red Bull”.

    [sondaggio id="407"]