Fernando Alonso costretto a lasciare la Formula 1?

Alonso è pronto a mollare la Formula 1 e guardare alla IndyCar come misura drastica qualora la McLaren non faccia un accordo con Mercedes

da , il

    Fernando Alonso costretto a lasciare la Formula 1?

    Fernando Alonso è la pedina più pregiata del mercato piloti di Formula 1 in vista della stagione 2018. Certo, ci sarebbe anche Sebastian Vettel da considerare tra quelli senza contratto per il prossimo anno ma tutto lascia supporre che il tedesco firmerà il rinnovo con la Ferrari. Fernando Alonso, invece, non ha nessuna intenzione di restare ancora in McLaren per cui è alla ricerca di un team che gli dia la possibilità di lottare per il titolo mondiale ben sapendo che gli restano al massimo 2-3 stagioni al top della forma psicofisica. Quali possono essere le sue destinazioni? Prendendo per buona anche la fantascienza, dobbiamo citare la Ferrari che ha entrambi i piloti in scadenza di contratto e la Mercedes che ha Bottas in attesa della riconferma. La Red Bull ha blindato Ricciardo e Verstappen. Degli altri, nessuno stimola Nando poiché incapaci di dargli le necessarie garanzie tecniche. Resta, sennò, la McLaren ma non da intendersi come McLaren-Honda bensì come McLaren-Mercedes qualora gli inglesi divorzino dai giapponesi e ritornino a lavorare con i motoristi tedeschi. Infine, una delle opzioni più accreditate è che Alonso lasci la Formula 1 ancora nel pieno delle forze per tentare maggiore fortuna in quella Indycar che molto gli è piaciuta nell’esperienza alla 500 Miglia di Indianapolis.

    Alonso:”Obbligato a lasciare la F1 se non trovo un top team”

    La Formula 1 è andata avanti dopo la scomparsa di Ayrton Senna o il ritiro di Michael Schumacher per cui potrà comodamente fare anche senza Fernando Alonso. Ma chi ama questo sport non potrà essere felice nel sapere che l’asso di Oviedo molla tutto perché non è in grado di trovare una monoposto all’altezza del suo talento. Eppure è questo lo scenario più caldo al momento sebbene Alonso voglia prendere una decisione non adesso ma tra 3-4 mesi. Ce n’è di tempo per cambiare idea. “Sarei un bugiardo se dicessi che ho già deciso cosa fare nel 2018 – ha ammesso lo spagnolo ai giornalisti incontrati a Montreal nel weekend del GP del Canada – Non so cosa farò e prenderò una decisione tra un po’ di settimane. Al momento sto tenendo aperte tutte le porte e tra queste c’è anche la IndyCar. Ma, ripeto, al momento non ho nessun vincolo e voglio sfruttare questa occasione per trovare la miglior collocazione possibile”.

    Alonso: per il 2018 l’unica speranza è McLaren-Mercedes

    Vediamo difficile un ritorno di Fernando Alonso in Ferrari al fianco di Sebastian Vettel per occupare il sedile di un Kimi Raikkonen sulla via della pensione. Lato Mercedes, invece, crediamo che Valtteri Bottas si stia meritando la riconferma tra qualche buona prestazione e qualche umiliante servigio a sua maestà Lewis Hamilton. Trovare piloti così non è facile. Per chi come Toto Wolff è stanco di avere grane in famiglia, non esiste soluzione migliore che tenersi stretto il finlandese. I top team, quindi, sono off-limits per Alonso che potrà solo sperare che la McLaren lasci Honda per tornare con Mercedes. I tecnici di Woking sono convinti che già la monoposto di quest’anno sia una delle migliori come telaio e che se avesse un motore diverso potrebbe lottare costantemente per vincere. Economicamente parlando, l’affare McLaren-Mercedes si può fare pur se con qualche difficoltà. Tecnicamente, secondo stime fatte dai tecnici del Circus, basterebbero 3 mesi per riprogettare la vettura secondo le specifiche della power unit tedesca. In Mercedes temono di fare un favore alla concorrenza ma persino Liberty Media sta facendo pressioni su Toto Wolff per non perdere un personaggio come Fernando Alonso, già rimasto troppo tempo ad interpretare un ruolo da comparsa.