Fernando Alonso è ancora indeciso? La Renault sta perdendo la pazienza

Fernando Alonso è ancora indeciso? La Renault sta perdendo la pazienza

da , il

    Fernando Alonso è ancora indeciso? La Renault sta perdendo la pazienza

    Fernando Alonso cincischia, ci pensa, ripensa, perde tempo e prende tempo. La prospettiva Renault ha sempre più il sapore della minestra riscaldata e il contratto triennalo lo spaventa. La tentazione torna a chiamarsi Red Bull.

    Dietrich Mateschitz aveva chiuso le porte ad Alonso dicendo che i suoi piloti per il 2008 erano già confermati. Il problema è che, se lo spagnolo si legasse alla Renault per tre anni, la Red Bull non potrebbe più prenderlo neanche nel 2009. Per questo, all’interno del team della bibita energetica stanno rivedendo i loro piani.

    E, sempre per questo, assieme alle differenti richieste di lunghezza del contratto tra Alonso e Briatore, l’accordo con Renault procede sempre più a rilento.

    Parliamoci chiaro. Potremmo essere smentiti in ogni momento. L’impressione è che manchi comunque pochissimo alla soluzione finale. Fatto sta che dalla scuderia francese non si nascondono più i mugugni per il protrarsi dell’attesa.

    “Fernando sa qual è il nostro progetto e qual è la nostra proposta. Deve solo dire se accetta oppure no!” ha spiegato per l’ennesma volta Briatore, il quale ha aggiunto:“Abbiamo anche altri piloti e dobbiamo prendere molte decisioni importanti, non possiamo tener bloccata la situazione ancora per molto”.

    Il riferimento è ai vari Kovalainen, Piquet jr, e Fisichella. Il finlandese potrebbe andare in McLaren. Il brasiliano, invece, tra tutti pare il più vicino al giallo Renault per il 2008 ed ha una serie di sponsor personali già disposti a versare soldi a patto che venga ovviamente ufficializzata la sua promozione a titolare.

    Quello più in ombra è ancora Giancarlo Fisichella. Il suo managerr Enrico Zanarini ha ammesso senza mezzi termini il disagio:“Siamo semplicemente in attesa. FIno a quando la situazione non verrà sbloccata dalla Renault, non possiamo fare niente!”. Lo stesso Zanarini ha però precisato che, assieme al suo assistito, già si sta muovendo in cerca di soluzioni alternative:“Abbiamo preso dei contatti con le scuderie che hanno ancora dei posti liberi ma non possiamo fare nulla fino a quando non si saprò con chiarezza cosa succederà con l’attuale situazione”.