Fernando Alonso: ecco l’uomo-squadra!

Formula 1: Fernando Alonso parla prima dell'inizi del weekend del Gran Premio d'Australia

da , il

    Fernando Alonso prende alla lettera il tormentone che regna in casa Ferrari e vigila affinché nessuno si esalti troppo per il primato in classifica piloti e costruttori. Una vittoria alla prima gara, cabala a parte, non vuol dire nulla. Due successi, invece, darebbero ben altro spessore alle velleità di trionfo finale dello spagnolo. Per questo motivo, il due volte iridato è a colloquio con i tecnici già da due giorni e, al primo contatto con la stampa, dichiara:“Dobbiamo restare calmi e concentrati: a Melbourne si riparte da zero”. Parole e comportamenti da vero leader

    FERNANDO ALONSO. A Maranello hanno preso Alonso perché volevano ciò che non era Kimi Raikkonen. Il finlandese, velocissimo in pista, non aveva mai preso per mano la squadra diventandone leader carismatico e trascinatore. Lo spagnolo, consapevole del ruolo che gli stanno cucendo addosso, non delude le attese dedicandosi al 100% alla causa Rossa. “Sono gia’ in Australia da alcuni giorni. Sono volato direttamente qui dal Bahrain per rilassarmi un po’ prima delle due gare consecutive a Melbourne e in Malesia e ora sono pronto per affrontare la seconda corsa della stagione”, ha dichiarato. L’ex pilota Renault ha fatto sapere di essere sempre rimasto in contatto con la squadra:“So che hanno lavorato intensamente a Maranello per preparare al meglio questo appuntamento. La doppietta di Sakhir ci ha dato una bella iniezione di fiducia ed e’ stata una bellissima ricompensa per tutto il lavoro che e’ stato fatto durante l’inverno, in pista e in fabbrica, ma non deve farci dare nulla per scontato. Dobbiamo restare con i piedi per terra e rimanere calmi e concentrati: a Melbourne si riparte da zero”. “Per me non e’ cambiato niente - ha aggiunto l’asturiano – ci sono quattro squadre e otto piloti che possono dire di poter lottare per la vittoria e bisognera’ dare il massimo per cercare di essere davanti a tutti”.

    GP AUSTRALIA F1. A Fernando Alonso piace l’atipico tracciato di Melbourne. “E’ un tracciato piuttosto tecnico, che presenta alcune curve abbastanza interessanti”, ha spiegato. Secondo il capoclassifica del mondiale 2010, causa sorpassi non facili, diventa qui ancora più determinante il risultato delle qualifiche. Inoltre, sarà interessante analizzare il comportamento delle gomme in una situazione ambientale diversa dall’inverno europeo e dal caldo del Bahrain.

    FORMULA NOIA. Per il pilota di Oviedo è affrettato etichettare la stagione 2010 come Formula-Noia. Sarà che chi vince si diverte sempre? “E’ troppo presto per trarre delle conclusioni e per pensare gia’ a dei cambiamenti regolamentari - ha detto Alonso allineandosi al pensiero del suo team principale Stefano Domenicali – Dobbiamo vedere come si svolgeranno diverse gare e poi esaminare la situazione con calma, senza essere emotivi. Se c’e’ una cosa che puo’ disorientare gli appassionati e’ proprio il continuo cambio di regole”.