Fernando Alonso: mai così forte!

Fernando Alonso rilascia le prime dichiarazioni battagliere da uomo Ferrari

da , il

    Scordarsi di Schumacher. Secondo molti giornalisti, almeno qua in Italia dove la ferita per il ritorno del tedesco in Formula 1 sotto i colori della Mercedes è più forte, ci penserà Fernando Alonso a far dimenticare in fretta il sette volte campione del mondo. Questo è anche quello che sperano a Maranello dove lo hanno apertamente incoronato ad uomo-squadra. Ruolo, appunto, coperto da Michael Schumacher per 11 lunghi anni e rimasto fino ad ora vacante. Il campione spagnolo non si impressiona. Raccoglie, rilancia e mette in guardia i rivali:“Sono nel miglior momento della mia carriera”.

    FERNANDO ALONSO. Il nuovo pilota Ferrari non ha paura di Michael Schumacher. Già battuto nel 2006. Non ha paura neanche della sfida tutta da scoprire con Felipe Massa né di quella con il rivale McLaren Lewis Hamilton. “Guardo con fiducia alla prossima stagione - ha dichiarato durante un evento pubblico nelle sue Asturie – entro nel miglior team del mondo, la Ferrari, nel miglior momento della mia carriera. In questo momento mi sento come non mi sono sentito mai prima - ha aggiunto – sono al mio meglio come pilota e come persona e spero che correre per la Ferrari significhi vincere titoli da condividere con le Asturie e la Spagna”. Quest’ultima è, più o meno, anche la speranza dei tanti sponsor che hanno messo pesanti soldoni su di lui. Santander in testa.

    F1 2010. La stagione che viene sarà cruciale per Fernando Alonso. Come ha avuto modo di sottolineare, dovrà dimostrare di essere cresciuto tanto come uomo che come pilota. Dopo due anni lontano dal vertice, gli toccherà vedersela con uno scomodo compagno di squadra già ampiamente ambientato nella sqiadra e ritroverà il suo più tosto rivale Lewis Hamilton spronato a dare il massimo dalla convivenza con il campione del mondo in carica Jenson Button. Non solo: alla solita lotta tra Ferrari e McLaren si potrebbero aggiungere altri due personaggi niente male: il giovanotto senza paura Sebastian Vettel con la Red Bull e l’anzianotto senza limiti Michael Schumacher. Rieccoci. Sarà dura. Per tutti.