Fernando Alonso: niente ritiro fino al 3° titolo

Il pilota della Renault Fernando Alonso racconta di avere le idee chiare sul suo futuro: non lascerà la Formula 1 fino a quando non vincerà il terzo titolo mondiale

da , il

    Niente ritiro senza terzo titolo mondiale. Non è la prima volta che Fernando Alonso ne parla. Il pilota della Renault, intervistato da un’emittente radiofonica spagnola in concomitanza con un suo intervento all’Università di Madrid, conferma la voglia di vincere e di non mollare le competizioni almeno fino a quando non sarà arrivato il terzo alloro.

    COME SENNA. Per un pilota di Formula 1, raggiungere il traguardo dei 3 titoli mondiali rappresenta molto. Vuol dire entrare nell’élite dei grandissimi. Vuol dire accostare il proprio nome a quelli di Senna, Piquet, Lauda, Brabham, Stewart e stare dietro solo a Prost, Fangio e Schumacher. “Sono convinto che se non vinco un altro titolo non lascio la F.1″ ha ammesso perentoriamente Alonso che ha individuato già nel 2009 l’anno buono per prendersi delle rivincite:“Credo che potrò lottare per il Mondiale. Il 20 gennaio proverò la nuova monoposto anche se poi i risultati dei test della nuova R29 dipenderanno da molti fattori”.

    HAMILTON. L’asturiano, stuzzicato sulla rivalità con Hamilton, ha voluto ulteriormente buttare acqua sul fuoco, confermando che eventuali ruggini siano da ricercare esclusivamente nel rapporto tra lui ed il team McLaren:“Il nostro rapporto non è così terribile come dicono in Spagna e Inghilterra. Gli ho fatto i complimenti, come lo scorso anno avevo fatto con Raikkonen. Gli ho detto di approfittarne, mi ha ringraziato. È tutto. Ma non ho sensazioni particolari per il fatto che sia diventato campione del mondo. Il mio favorito – ammette però Alonso – era Kimi”.

    FERRARI. Proprio Raikkonen, ironia, sembra l’indiziato numero 1 per farsi da parte nel 2010, lasciando il sedile della Rossa libero per lo spagnolo. Le recenti esternazioni del presidente del futuro sponsor del Cavallino Banco Santander hanno riacceso i soliti vortici di indiscrezioni ai quali, stavolta, non si è sottratto neanche Alonso che ha sì glissato, ma con un più che sibillino:“Non sarebbe corretto se rispondessi adesso”.

    Foto: gpupdate