Fernando Alonso: no pessimista, sì realista

Fernando Alonso: no pessimista, sì realista nel giudicare le possibilità della sua renault

da , il

    Fernando Alonso: no pessimista, sì realista

    A chi fa notare a Fernando Alonso di apparire troppo pessimista, lui risponde seccamente:“Sono realista, è ben diverso”. Nonostante qualcuno pensi che lo spagnolo stia facendo pretattica, va detto che la situazione della Renault non sembra veramente delle migliori.

    “A Melbourne saremo tra la settima e la nona posizione in griglia - profetizza l’asturiano ai giornalisti – ma dire questo non vuol dire altro che rispondere con serietà alle domande che mi fate”.

    Previsioni e considerazioni.

    “Credo che avrò al massimo il 30% di possibilità di lottare per il titolo. La vettura è migliorata rispetto a quella dello scorso anno, ma abbiamo ancora problemi con le Bridgestone. Per fare grandi cose in campionato ci vorrebbe una macchina che mi facesse almeno arrivare a podio ma adesso non siamo in questa condizione”.

    L’essere lontano dal podio non impedirà probabilmente ad Alonso di far fare alla Renault un inizio stagione al di sopra delle proprie possibilità. In fin dei conti è a questo che servono i campioni assoluti e per avere degli esempi recenti, basti pensare a cosa è stato capace di fare Schumacher con la Ferrari nel 1996 e nel 1997. Per capire le vere condizioni della R28, quindi, converrà tenere d’occhio Nelsinho Piquet, Alonso, semmai, andrà preso in conto solo per fare la differenza tra il mondo degli umani e quello dei… supereroi.