Fernando Alonso: posso battere la Red Bull

Alla viglilia del secondo appuntamento del Mondiale 2010 di F1, anche Fernando Alonso si unisce al coro ed esalta le potenza della monoposto di Red Bull

da , il

    Il primo appuntamento della stagione 2010 di F1 sembra aver sancito l’indiscussa superiorità della Red Bull che, nel corso della prima gara, nonostante il podio sfumato per Vettel, si è già accaparrata il titolo di più veloce della stagione 2010. In queste settimane la nuova monoposto del team austriaco è stata al centro dell’attenzione più di chiunque altro. Accantonato il dilemma se la vittoria di Vettel, problema meccanico a parte, sarebbe stata comunque scontata, gli avversari hanno dovuto riconoscere l’estremo potenziale della nuova monoposto.

    FERNANDO ALONSO. Già Lewis Hamilton aveva dichiarato quanto la vettura fosse potente e ora, alla vigilia della gara di Melbourne si aggiunge anche Fernando Alonso. Il ferrarista, che a Sakhir ha subito approfittato del rallentamento di Vettel per mettere a segno la sua prima vittoria stagionale, ammette che la Red Bull ha dimostrato di possedere finora la monoposto più veloce. Nonostante questo però, Alonso ritiene di poter salire sul gradino più alto del podio anche a Melbourne. Sebbene in Bahrain la Ferrari dello spagnolo sostenesse a fatica il passo della Red Bull, Alonso è riuscito ad aggiudicarsi la vittoria e a lasciare dietro il compagno di squadra Felipe Massa e Lewis Hamilton, rispettivamente finiti al secondo e terzo posto. “Penso che in questo momento la Red Bull sia più avanti rispetto agli altri” ha dichiarato il due volte campione del mondo. “Non è una sorpresa dal momento che a fine 2009 erano già molto forti. Ma un conto è avere la macchina più veloce, un altro è vincere la gara”. In merito alla gara di apertura in Bahrain, Alonso ha ammesso che gli è stato impossibile avvicinarsi alla monoposto di Vettel. Anche quando la Ferrari ha montato le gomme dure, sebbene Alonso abbia dichiarato di sentirsi un po’ più a suo agio, il pilota di Red Bull gli era ancora davanti.

    MELBOURNE 2010. “Penso ci vorranno ancora un paio di gare per avere un quadro più completo della situazione. Per quanto mi riguarda cercheremo di nuovo di stargli addosso, e molto dipende anche dal circuito. Qui in Australia possiamo essere più forti e lottare per la vittoria. In Bahrain abbiamo avuto anche un pizzico di fortuna, a Melbourne speriamo di partire direttamente davanti, senza dover attendere che qualcuno abbia un problema”. Alonso ha infine minimizzato le voci secondo cui, il motore Renault della Red Bull, sarebbe più efficiente rispetto a quello Ferrari per quanto riguarda il carico di benzina, permettendo alla monoposto del team austriaco di partire con meno carburante a bordo. “Penso che questa cosa dei 6 kg in meno sia solo una diceria” ha commentato lo spagnolo. “Ritengo che nessuno potesse indovinare quale fosse la macchina più leggera alla partenza in Bahrain, per questo potrebbero esserci delle sorprese. Ma non mi preoccuperei. Piuttosto dobbiamo concentrarci sul nostro consumo di benzina, e sono soddisfatto di come abbiamo lavorato nel corso dell’inverno”.