Fernando Alonso sente puzza di bruciato

Fernando Alonso teme che la McLaren possa favorire Hamilton nel GP di Silverstone

da , il

    Fernanso Alonso SIlverstone

    Le cose sono due. O Fernando Alonso ancora non ha imparato niente. Oppure c’ha ragione.

    Sembrava che fosse cambiato. Sembrava che avesse capito che non gli dava nessun vantaggio lamentarsi, o peggio, sventolare presunti favoritismi del team nei confronti di Lewis Hamilton. Ma c’è ricascato.

    “Onestamente penso proprio che alla McLaren sarebbero più felici che domenica vincesse Hamilton - ha ammesso il campione del mondo - La gara si correrà in Inghilterra e loro hanno un pilota spagnolo ed uno inglese dove, oltretutto, l’inglese è pure in vetta alla classifica mondiale. Insomma, con una vittoria di Hamilton prenderebbero due piccioni con una fava. Io comunque non mollo. A Silverstone sarà una gara dura e molto tirata. E poi potrà capitare che un problema al cambio affligga lui, oppure che tocchi a lui subire delle conseguenze dall’ingresso di una safety car. Basterebbe un Gran Premio negativo di Hamilton per recuperare buona parte del mio distacco in classifica”.

    Lasciando perdere le gufate, se qualcuno dovesse far notare che non c’è niente di male nel dire che la squadra vorrebbe far vincere il pilota inglese in un Gran Premio inglese, faccio notare io che – dato il precario disordine all’interno del team – non è comunque il caso di fare certe dichiarazioni.

    Non sottovalutiamo del tutto Alonso, però. Chissà che, invece, queste sue parole non siano servite a mettere in guardia certa gente all’interno della McLaren…

    Non si dimentichino che la BMW bussa da un po’ alla porta dello spagnolo. E averlo in squadra, con o senza polemiche, è sempre meglio che averlo contro. In tutti i sensi.