Fernando Alonso: un “ok” da 10 milioni di euro

Fernando Alonso ha assicurato i suoi pollici per 10 milioni di euro attraverso un nuovo prodotto della Banca Santander

da , il

    alonso_santander

    La F1 di solito non è vanitosa come il calcio, dove i giocatori quando non sono in campo si possono trovare in discoteca o in formato gigante su qualche cartellone pubblicitario in biancheria intima. La F1 e i suoi protagonisti sono in qualche modo più “seri” dei loro colleghi abituati a dare spettacolo anche al di fuori del campo da gioco, mentre a fare da contorno ci pensano solitamente le bellezze del Circus, mogli, fidanzate o ospiti che siano. E i piloti di F1 di solito sono estranei anche a operazioni quali assicurazioni sulle preziosissime parti del loro corpo.

    SPORT E ASSICURAZIONI. Se nel mondo del pallone molti atleti, al pari delle top model, hanno già assicurato mani, piedi o addirittura l’intero corpo (come nel caso di David Beckham, che in effetti ultimamente appare più sulle riviste di moda che in campo), in F1, Fernando Alonso ha deciso di fare da apripista e assicurare i propri pollici per 10 milioni di euro. Il pilota della Ferrari, forse per risollevare un po’ le sorti del team di Maranello, e sviare l’attenzione dal fatto che ultimamente l’asturiano bruci più motori che km, o dalle accuse di Mosley alla Ferrari e alle supposizioni di un clima non proprio idilliaco tra i due piloti ufficiali del cavallino, ha deciso così di dare valore ai suoi pollici, come a dire “guardate qui, è tutto oro quel che luccica!”.

    SANTANDER. Secondo quanto riportato dal quotidiano spagnolo Marca, Alonso è stato omaggiato da Santander (uno dei principali sponsor della Ferrari) con un’assicurazione sulla vita del valore di 10 milioni di euro, comprensiva di una copertura dedicata per i pollici del “suo” pilota. La regina delle banche europee infatti, già sponsor della McLaren dal 2007, ha sempre sostenuto l’ex campione del mondo, pilotandone anche il suo passaggio in Ferrari a partire dalla stagione 2010. La scelta dei pollici ha un doppio significato, dal momento che non sono solamente essenziali per stringere il volante, ma anche per fare il classico segno di chi ha la situazione sotto controllo. Ora che il pilota di Oviedo è il nuovo re Mida, speriamo riesca a trasformare in oro tutto ciò che tocca…

    Foto: gpupdate.net