Ferrari: 60 anni di Formula 1

Formula 1: dal 1950 al 2010 sono passati sessant'anni

da , il

    Nella sessantesima stagione di Formula 1 c’è una – ed una sola – scuderia che festeggia altrettanti anni di permanenza nella categoria. Trattasi ovviamente della Ferrari. Il 21 Maggio 1950 le Rosse di Maranello si iscrivevano alla seconda gara del campionato che aveva come location l’immortale Principato di Monaco. Quattro le monoposto iscritte: due 125 F1 “ufficiali” affidate a Alberto Ascari e Luigi Villoresi e altre due 125 F1 guidate dai “privati” Raymond Sommer e Peter Whitehead. L’inizio non fu entusiasmante: Ascari e Villoresi non fecero in tempo a disputare le qualifiche mentre Sommer e Whitehead scattarono dalla settima e decima piazza.

    FERRARI 1950. Al via Villoresi riesce magicamente a infilarsi in seconda posizione ma viene poi rallentato dai commissari che stavano spostando le monoposto incidentate di Farina e Gonzales. Il motore si spegne e l’italiano perde oltre un minuto. Dall’ultima posizione, nelle oltre 3 ore di corsa (allora sì che erano dei Gran Premi…), Villoresi rimonta in modo spietato e dopo 30 giri si ritrova al secondo posto che dovrà lasciare ad Ascari alla sessantesima tornata prima di ritirarsi per un problema ad un cuscinetto. La corsa è vinta dall’Alfa Romeo di Juan Manuel Fangio ma per la Ferrari sale sul podio Alberto Ascari e si classifica quarto Raymond Sommer. Il rapporto interno sul GP è molto sintetico ma essenziale:“Ascari: bene. Villoresi: ha condotto un brillante inseguimento recuperando buona parte del tempo perduto durante la forzata sosta del secondo giro.”

    FERRARI 2010. Il prossimo Gran Premio di Turchia sarà il numero 800. Quello della scorsa settimana, sempre a Monaco e sempre in rimonta, ricordano con orgoglio da Maranello, ha chiuso un parentesi di 60 anni e 799 corse che hanno portato 211 vittorie, 16 titoli Costruttori e 15 Piloti. Per maggiori dettagli sui nomi delle monoposto Ferrari che in questi 60 anni hanno scorrazzato per i circuiti di tutto il mondo, potete leggere questo articolo scritto in occasione delle presentazione della F60.

    Foto: ilferrarista.com