Ferrari, 70 anni di storia: 6 mesi di festa con stile

Ferrari, 70 anni di storia: 6 mesi di festa con stile
da in Ferrari F1, Formula 1 2017, News F1, Tutto Auto
Ultimo aggiornamento:

    12 Marzo 1947 – 12 marzo 2017. Sono 70 gli anni di storia della Ferrari e la casa automobilistica più amata al mondo inizia i festeggiamenti. La prima vettura si chiamò 125 S e fu Enzo Ferrari in persona a mettere in moto il suo primo motore V12. Ci volle poco per creare un mito. 70 anni dopo, il cuore del Cavallino Rampante batte più forte che mai tanto che sono previsti 6 mesi di festeggiamenti che interesseranno oltre 60 nazioni. Il culmine degli eventi, però, sarà in Italia nel weekend del 9 e 10 settembre.

    La Ferrari è l’unica scuderia ad aver preso sempre parte al mondiale di Formula 1. La data di debutto della categoria è il 1950, 3 anni dopo la fondazione della casa automobilistica destinata a diventare mito grazie anche ai successi in pista. La storia della scuderia italiana, inizia con la Ferrari 125 la prima che calpesta l’asfalto del mondiale di Formula 1. Nel 1951 Jose Froilan Gonzalez vince con la Ferrari a Silverstone il primo GP di F1 della storia della Rossa. La 375 è spinta da un V12 di 4,5 litri di cilindrata. Nei due anni seguenti, Alberto Ascari ottiene due titoli di campione del mondo. Nel 1961 la Ferrari è la più brava ad interpretare i nuovi regolamenti e con Phil Hill porta a casa un altro titolo piloti che viene replicato nel 1964 da John Surtees con la 158, ribattezzata “Areo”, per via dell’innovativa forma ad aereo da caccia. Segue un periodo buio per Enzo Ferrari che ritrova via del successo solo ad inizio anni ’70 con la Ferrari 312 T guidata da Niki Lauda. La scia di vittorie, interrotte dal drammatico incidente di Lauda al Nurburgring nel 1976 che ha negato all’austriaco un campionato fino a quel momento dominato, è arrivata fino al 1979 quando la 312 T, giunta alla quarta versione, ha portato sul tetto del mondo Jody Scheckter. Il modello Ferrari 126 C ha il difficile compito di non far rimpiangere il precedente gioiello. Nel 1982 e 1983 arrivano due titoli costruttori ma non quelli piloti anche a causa della tragica scomparsa di Gilles Villeneuve.

    Nel 1989 muore Enzo Ferrari e lascia una squadra che fatica a vincere ma nel 1990 la 641 F1 guidata da Prost arriva a giocarsi il titolo all’ultima gara perdendolo a favore della McLaren di Senna. E’ la F399 del 1999 a portare un titolo costruttori a Maranello dopo l’ultimo del 1983. La doppietta in entrambe le classifica arriva nel 2000 con la Ferrari F2000 di Michael Schumacher. Il nuovo millennio porta la scuderia italiana a scrivere la pagina più ricca di successi della storia della competizione. Con i modelli che si susseguono – F2001, F2002, F2003 GA, F2004 arrivano titoli a ripetizione. E’ nel 2007 con Kimi Raikkonen che un pilota che veste una tuta Rossa diventa iridato. Massa sfiora l’impresa nel 2008. Alonso ci va vicinissimo nel 2010 e nel 2012 ma la magia non si ripete.

    storia ferrari 70 anni

    Per ricordare storie di uomini e motori, la Ferrari ha creato il sito celebrativo www.ferrari70.com ma non solo. In collaborazione con i designer del Centro Stile, Ferrari Tailor Made ha rivisitato in chiave moderna gli stili e gli elementi unici che hanno contraddistinto 70 tra le più belle vetture del passato arrivando a realizzare 70 livree esclusive per 70 vetture dell’attuale gamma. Ognuno di questi 70 gioielli è caratterizzato da un logo celebrativo e da una targhetta che riporta il modello da cui nasce l’ispirazione.

    685

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Ferrari F1Formula 1 2017News F1Tutto Auto