Ferrari alla conquista, vuole Monaco rossa

la ferrari ammette di non avere una grande tradizione nel gp di monaco tra le strade di montecarlo e con domencali dichiara di voler invertire la tendenza che la vede a secco dal lontano 2001 con Michael Schumacher

da , il

    Ferrari alla conquista, vuole Monaco rossa

    Una squadra capace di vincere 4 titoli mondiali piloti e altrettanti costruttori negli ultimi 6 anni, non può permettersi nello stesso periodo di segnare un bel ZERO quanto a vittorie tra le strade del Principato di Monaco. Per questo l’obiettivo della Ferrari in quest’edizione 2008 della corsa è chiaro: riconquistare Montecarlo.

    FASCINO E IMPREVEDIBILITA’. E’ Stefano Domenicali a suonare la carica ormai definitivamente a suo agio nei panni di uomo squadra e trascinatore:“Monaco e’ una pista dal fascino unico. Se non fossimo qui, avremmo la fiducia nei nostri mezzi proporzionata a ciò che dicono le classifiche del campionato mentre, invece, sappiamo che qui non c’è da dare nulal per scontato. Una delle immagini simbolo della pista è il Casinò che, non a caso, rappresenta anche l’essenza della corsa: un azzardo continuo costellato da molti imprevisti”.

    PREPARAZIONE. Non basta certo sapere che l’imponderabile è dietro l’angolo per far abbassare la guardia ad un team come quello del Cavallino che, analogamente agli altri team rivali, ha preparato la trasferta monegasca con la solita minuziosità. Di fondamentale utilità in questo senso sono state le giornate di test svolte al Paul Ricard e che hanno consentito di provare gli effetti del massimo carico sulla vettura. La F2008 che vedremo in azione sarà costellata di alette di ogni sorta e ripresenterà l’apertura sul muso già vista a Barcellona.

    PROGRESSI. “Rispetto allo scorso anno - spiega Domenicali – pensiamo di aver fatto dei notevoli passi in avanti. Lo scorso anno abbiamo avuto diversi problemi qua ma crediamo che adesso la situazione sia cambiata a nostro favore. I test ci hanno fornito dati molto positivi ma, ovviamente, per avere delle conferme dovremmo aspettare le prove di domani”.

    RICONQUISTA. Rispetto ai tanti successi ottenuti dalle Rosse in giro per il mondo, a Monaco se ne contano solo 8 su oltre 50 edizioni. La pista monegasca tradizionalmente non ha mai portato troppo bene alla Ferrari:“Negli ultimi sei anni, una delle due Ferrari e’ sempre stata la piu’ veloce monoposto in pista, ma questo non e’ stato sufficiente per vincere” sintetizza il direttore della gestione sportiva il qale aggiunge:“Anche nel 2002 e nel 2004 dove abbiamo dominato l’intero campionato non siamo riusciti ad imporci qui”.

    ROULETTE. Tra meteo ballerino, safery car sempre appostate e imprevisti imponderabili, anche quest’anno non sarà facile per la Ferrari vincere la lotteria di Montecarlo. I grandi scommettitori, però, potranno pensare che dopo tanta attesa, per la legge dei grandi numeri, sia arrivato il momento in cui la roulette farà uscire l’1 rosso.