Ferrari, Alonso: inizia la nuova era

La Ferrari saluta Kimi Raikkonen per l'ultima volta ed abbraccia Fernando Alonso che, consapevole della responsabilità che lo aspetta, dichiara:"E' una grande sfida che devo vincere"

da , il

    La Ferrari saluta per l’ultima volta Kimi Raikkonen e volta pagina. Da oggi inizia l’era Alonso. Un’era che, stando alle parole dello spagnolo, è destinata a rinverdire fasti neanche troppo antichi.

    KIMI RAIKKONEN. Mai più con una tuta rossa. Finisce dopo soli 3 anni l’esperienza in Ferrari di Kimi Raikkonen. “Non avevamo la macchina per essere competitivi e lo sapevamo - ha dichiarato al termine del GP di Abu Dhabi - Mi dispiace aver chiuso la mia storia con la Ferrari con questo risultato ma quest’anno non siamo mai stati in grado di lottare per vincere in ogni gara, come avremmo voluto”. In questa travagliata stagione, l’omino di ghiaccio ha comunque regalato al popolo ferrarista un fantastico successo a Spa-Francorchamps ed ha confermato una signorilità fuori dal comune dopo l’ufficializzazione del proprio licenziamento.

    FERRARI. Non sappiamo cosa ne pensi il diretto interessato del trattamento riservatogli ma la Ferrari si sente in dovere di ringraziare il pilota capace di regalare un titolo piloti e due titoli costruttori nonché l’unica vittoria del 2009. A Maranello, infatti, le scelte sono fatte ed i discorsi da bar su rimpianti e delusioni sono già in archivio. Quel “Grazie di tutto, Kimi” sventolato dal muretto a fine gara rappresenta la forza di un team che ha pochissima voglia di piangersi addosso ed ha tanta determinazione nel rimboccarsi le maniche e ripartire da capo. Con Fernando Alonso.

    FERNANDO ALONSO. “Non posso che avere buone parole per il team che ha dato una svolta alla mia carriera, con il quale ho vinto due titoli mondiali”, si congeda con gratitudine e riconoscenza Fernando Alonso dalla Renault. Il pilota spagnolo con la testa già a Maranello dal qualche settimana, può ora dedicarsi al 100% alla nuova avventura Ferrari lasciandosi scappare un primo proclama pesante:“Approdo nel team più importante del mondo. E’ una nuova sfida e devo vincerla”, ha affermato il due volte iridato.