Ferrari: Alonso replica alle critiche della Red Bull

da , il

    La Red Bull lascia parlare a ruota libera Helmut Marko. Finirà con il pentirsene? Il super-consulente dei bibitari nei giorni scorsi ha attaccato Fernando Alonso descrivendolo come un pilota che passa troppo tempo su Internet e che deve ricorrere a commenti assurdi ed a giochetti psicologici pur di mettere pressione al campionissimo Sebastian Vettel. Non solo, l’ex pilota austriaco ha comunque indicato (nel dubbio… è sempre meglio gufare!) la Ferrari come principale avversario anche nella stagione 2013. La replica dell’asso di Oviedo non si è fatta attendere ed è arrivata, guarda caso, su Twitter.

    Alonso: “Contento di essere il primo rivale della Red Bull”

    Fernando Alonso la butta sull’ironia. Poteva fare altrimenti? Sì, poteva del tutto ignorare le parole di Helmut Marko. Evidentemente, in attesa di riprendere la stagione agonistica ha un po’ di tempo libero da occupare in qualche modo. “Mi fa piacere leggere che la Red Bull è ancora convinta che saremo noi i loro più grandi rivali per la prossima stagione! E questo ancor prima di iniziare i test! Lusingato ;), ha scritto sul suo profilo Twitter. Il ragionamento degli austriaci, però, fila. La McLaren uscirà sicuramente indebolita dalla perdita di Lewis Hamilton mentre la Mercedes difficilmente farà fuoco e fiamme sin dalla prima gara. La Ferrari, invece, ha un progetto dall’enorme potenziale (quello della F2012) che può crescere ancora molto. Dal canto loro, la RB9 sarà “solo”, si fa per dire, un’evoluzione della RB8 la quale, a sua volta, era discendente diretta delle ottime RB7 e RB6. Se Newey non tirerà fuori un’altra genialata, si preannunciano tempi duri.

    Ferrari: iniziano i lavori per la nuova sede

    A Maranello non si lavora solo per rimodernare la galleria del vento che tanti problemi ha creato nella progettazione e nello sviluppo delle monoposto di Formula 1 degli ultimi due anni. A proposito, da quest’anno sarà utilizzata “in prestito” solo quella presente nella struttura ex-Toyota di Colonia. La stessa adoperata dalla McLaren, per intenderci. Non come avveniva fino a poco fa che i dati raccolti a Maranello venivano confrontati con quelli in Germania finendo con l’avere in testa una discreta confusione. In questi giorni sono cominciati i lavori per la costruzione del nuovo edificio che ospiterà gli uffici direzionali, tecnici ed amministrativi e le officine della squadra. L’area interessata è quella fino ad oggi occupata da un parcheggio e situata fra il ristorante Cavallino e l’attuale fabbricato della Scuderia. Anche per questo progetto saranno rispettati i criteri del programma Formula Uomo che ha l’obiettivo di creare luoghi di lavoro su misura delle persone che dovranno occuparli.