Ferrari: anche Vettel difende Arrivabene

Arrivabene sulla graticola trova il sostegno di Marchionne e di Vettel: è lui il vero leader della Ferrari

da , il

    Ferrari: anche Vettel difende Arrivabene

    Maurizio Arrivabene sotto accusa: la Scuderia Ferrari di Formula 1 ha perso il titolo costruttori 2017 e sta per mollare anche la lotta sul fronte dei piloti. Sebastian Vettel, però, aiuta e difende il direttore della Gestione Sportiva di Maranello. Il pilota tedesco non crede che sia giusto criticarlo e, seguendo quanto fatto da Marchionne nei giorni scorsi, mostra fiducia nei confronti del timoniere della Ferrari:”Le voci degli ultimi giorni sono immotivate - ha ammesso a Sport Bild – Maurizio Arrivabene è stato criticato ma la squadra è unita attorno a lui e certi problemi non possono essere addossati solo ad una persona in particolare. E’ il vero leader del team e non va messo in discussione”.

    Vettel ringrazia i tifosi per il supporto

    Domenica sera Sebastian Vettel potrebbe dire addio definitivamente alle speranze di lottare per il titolo piloti di F1 2017. Hamilton è al suo secondo match point ed in Messico la Mercedes si presenta come favorita. L’occasione è quella giusta per ringraziare i tifosi della Ferrari:“Il supporto che ci danno è sempre massimo dandoci sostegno e trasferendoci la loro forza”.

    Mercedes esulta per il titolo costruttori

    E’ apparsa una vera provocazione quella di mandare sul podio del GP di Austin James Allison, ex direttore tecnico della Ferrari ora in forza alla Mercedes, a ritirare il premio nel giorno in cui la Mercedes ha vinto il titolo mondiale costruttori di F1 2017.

    Toto Wolff è fatto così: amichevole ma spietato. E sempre affamato di successi:“Voglio ringraziare il team a partire da quelli che lavorano in fabbrica a Brackley e Brixworth. Sono orgoglioso di quello che siamo riusciti a realizzare”, ha dichiarato in un comunicato ufficiale della Mercedes. “Siamo riusciti a vincere in una stagione piena di cambiamenti. Non era mai successo prima in questo sport ma ce l’abbiamo fatta perché tutti hanno lavorato a fondo. Anche nel GP degli USA abbiamo semplicemente avuto la macchina più veloce e Lewis ha fatto un lavoro perfetto. Ora vogliamo vincere anche tutte e tre le prossime gare”, ha aggiunto Wolff.