Ferrari: Brawn al posto di Domenicali?

Formula 1: è uscita nelle ultime ore una clamorosa indiscrezione, tutta da confermare

da , il

    Ferrari: Brawn al posto di Domenicali

    L’indiscrezione è golosa. Ross Brawn lascia la Mercedes e torna in Ferrari al posto di Stefano Domenicali! Quando, dove, come, perché? Mi sono perso qualcosa? Riportiamo in anteprima il rumors più stuzzicante del momento giusto per non farci mancare nulla ma, benché l’ipotesi faccia già splendere un sorrisone sulla faccia dei tifosi della Rossa di Maranello, riteniamo ci sia pochissimo di vero nella sostanza. Alla base delle indiscrezioni ci sarebbero diversità di vedute sulla gestione della squadra tedesca, emerse dopo un avvio di stagione 2010 al di sotto delle previsioni.

    ROSS BRAWN. L’omone inglese si è lasciato benissimo con la dirigenza Ferrari. Ora potrebbe ritornnare? Ripercorriamo i suoi ultimi anni. A fine 2006 si è preso un anno sabbatico sperando che Luca di Montezemolo gli affidasse il timone della scuderia orfana di Jean Todt. Il suo posto, invece, già dal 2007, è stato occupato da Stefano Domenicali. A quel punto Brawn ha dovuto intraprendere una nuova avventura in Honda. E sappiamo tutti come è andata a finire: il team si è ritirato a fine 2008 e Ross Brawn è riuscito in extremis a salvarlo (pagandolo un pound) e finendo poi col vincere entrambi i titoli mondiali. Altri 12 mesi dopo, la squadra era acquistata dalla Mercedes. E’ Proprio la coabitazione con i tedeschi il nodo cruciale. Il rapporto con Stoccarda e le diverse mentalità sulle metodologie di lavoro stanno creando qualche malumore nel mangia-banane più celebre della Formula 1. Da qui la pazza idea di fare di nuovo una telefonata a Maranello e sondare il terreno per un clamoroso ritorno.

    FERRARI. Va bene che la Ferrari è una grande famiglia ma quando c’è stato bisogno di far saltare qualche testa, la scure è arrivata puntuale. Prova ne è l’allontanamento dalla squadra corse di Luca Baldisserri, colui il quale aveva ricoperto per primo il ruolo di Ross Brawn (ora occupato da Chris Dyer, ex storico ingegnere di pista di Michael Schumacher). Ufficialmente Stefano Domenicali gode della stima di tutti. Dal Presidente all’ultimo dei meccanici. L’incapacità della Ferrari di sfruttare al 100% il proprio potenziale, però, è costata cara nel titolo 2008 perso all’ultima curva ed ha rappresentato una debacle assoluta nel 2009. L’idea che ci sia in giro un Ross Brawn scontento, magari per davvero in cerca di nuova sistemazione, può sconvolgere qualunque equilibrio. Almeno fintanto che siamo nel campo della fantasia. Rimettendo i piedi sulla realtà, ribadisco: resto decisamente scettico.

    Foto: felipemassa.us