Ferrari, cercasi attributi

la ferrari analizza il bruttissimo weekend di germania e si prepara a jerez al gran premio di ungheria cercando di capire come mai ci sia stata questa involuzione

da , il

    La Ferrari sta lavorando intensamente assieme agli altri team in quel di Jerez de la Frontera per arrivare in linea con i propri standard al prossimo GP di Ungheria. Obiettivo: dimenticare Hockenheim.

    PRONTO RISCATTO. Una netta inversione di tendenza non è solo un aspettativa, bensì un obbligo. Il campionato è entrato nel vivo e, senza un’adeguata risalita, Lewis Hamilton potrebbe prendere il volo. In Germania, al di là dei meriti McLaren, è stata la Ferrari a mancare. Massa si è beccato dei problemi ai freni e, assieme a Raikkonen, hanno lamentato difficoltà nel trovare stabilità e aderenza durante tutta la corsa.

    TEST D’ORO. Dopo aver dato un’ennesima sbirciatina al 2009 con Luca Badoer e averci riprovato con Raikkonen nei primi due giorni di test, la scuderia ha voltato pagina concentrando tutti i suoi sforzi su varie prove di assetto, al fine di capire a fondo dove stesse il problema. L’idea che si sono fatti a Maranello è che, al di là degli ovvi sviluppi, la F2008 vada già bene così com’è e si tratti semmai di capirla a fondo per sfruttare il suo enorme potenziale. Dopo Raikkonen, oggi toccherà a Massa dare il suo contributo alla causa.

    FUORI GLI ATTRIBUTI. Montezemolo pensava fosse bastata la tiratina d’orecchie di due settimane fa con la quale chiedeva un immediato “STOP ai regali” fatti agli avversari. Preso atto che si stava sbagliando, nei giorni scorsi è tornato di nuovo in campo per caricare la squadra. “Ora dobbiamo tirare fuori gli attributi perché non è possibile che ci sia stata questa involuzione. Quello che è successo è inspiegabile per cui dovranno uscire fuori le cause e poi torneremo più forti di prima” ha voluto concludere ottimisticamente il presidente che, dopo le notizie arrivate da Jerez, pare decisamente più rilassato.