Ferrari: con Jules Bianchi si apre il vivaio giovani

La Ferrari fa entrare Jules Bianchi nel proprio vivaio giovani ed apre ufficialmente la cosiddetta linea verde

da , il

    Jules Bianchi debutta con la Ferrari ed apre in modo ufficiale il tanto chiacchierato “vivaio Rosso”. 20enne francese, già sotto l’ala protettiva della famiglia Todt, Bianchi ha vinto la F3 Euroseries 2009.

    JULES BIANCHI. Si fosse chiamato Mario e avesse avuto la residenza in zona Trastevere sarebbe stato accolto con diverso interesse. Jules Bianchi è francese. Come Jean Alesi, diciamo. E il paragone promette bene quantomeno sul piano delle emozioni. 20enne di successo, Bianchi è stato campione di Francia di Formula A di kart nel 2006, vincitore del titolo nazionale di Formula Renault nel 2007 e vincitore della Formula 3 Euroseries quest’anno. Nicolas Todt gli ha messo gli occhi addosso subito. Da lì a convincere la Ferrari a farlo entrare con un contratto pluriennale nel gruppo di Maranello c’è voluto pochissimo. Anche perché, raccomandazioni a parte, il ragazzo promette davvero bene. “Sono più che felice - ha dichiarato Jules al sito ufficiale della Ferrari – E’ difficile spiegare le mie sensazioni, è qualcosa di speciale. So di essere all’inizio di un’avventura che può diventare molto bella ma so altrettanto bene che c’è ancora molta strada da fare per arrivare in Formula 1. L’anno prossimo infatti correrò in GP2 con la ART Grand Prix e sarà in quella serie che dovrò dimostrare il mio valore”.

    TEST FERRARI. Bianchi sarà al volante di una F60 per due giorni. Non solo lui, però, proverà l’ebrezza del debutto in Formula 1. Come avvenuto in modo clamoroso con Mirko Bortolotti nel 2008, quest’anno la Ferrari farà altrettanto con i primi 3 classificati nel Campionato Italiano di Formula 3. Trattasi degli italiani Daniel Zampieri e Marco Zipoli e del messicano Pablo Sanchez Lopez.

    FELIPINHO MASSA. Ironia della sorte, nel giorno in cui la Ferrari si apre ai giovani piloti, Felipe Massa diventa papà. Che sia un segnalo del futuro che attende il pargolo? Da Maranello fanno gli auguri ai genitori e raccontano che la mamma e il neonato, 49 centimetri per 3,370 chili, stanno bene.

    Foto: ferrari.com