Ferrari Days al Mugello: il programma

il programma dei Ferrari Days edizione 2008 al Mugello che si terranno nel week end del 9 novembre e che vedranno proprio nella giornata conclusiva l'appuntamento più attesa, vale a dire l'esibizione dei piloti e delle vetture di formula 1

da , il

    Mentre Montezemolo scherza sulla sconfitta nel campionato piloti con un “Siamo riusciti ad evitare ad Hamilton il ricorso allo psichiatra…”, la Ferrari ha già iniziato al Mugello le celebrazioni dei Ferrari Days che vedranno in domenica 9 novembre il momento di maggiori richiamo.

      PROGRAMMA:
    • Mercoledì 5 e Giovedì 6 novembre 2008: prove libere e ufficiali
    • Venerdì 7 e Sabato 8 novembre 2008: prove e gare conclusive della stagione 2008 del Ferrari Challenge Trofeo Pirelli.
    • Domenica 9 novembre 2008: Al mattino Shell Ferrari Historic Challenge e Finali Mondiali Coppa Shell e Trofeo Pirelli. Alle ore 14.00 esibizione della Scuderia Ferrari Marlboro che celebrerà la vittoria del Campionato del Mondo Costruttori 2008. A seguire, dimostrazioni in pista delle F430 GT2 vincitrici del Campionato FIA GT e della 24 Ore di Le Mans.

    ORGOGLIOSI DEL LAVORO SVOLTO. Nella prima conferenza stampa, il ruolo di padrone di casa è spettato a Stefano Domenicali. Montezemolo, invece, trovandosi a New York, è potuto intervenire solo telefonicamente. Il Team Principal del Cavallino, in grande sintonia con il Presidente, ha voluto ringraziare innanzitutto il gruppo di lavoro che ha permesso alle Rosse di portare a casa il titolo costruttori e lottare, senza metafora, fino all’ultima curva per quello piloti. “Questo è il momento per le feste e possiamo dire di essere orgogliosi di aver raggiunto questo ennesimo risultato nel campionato costruttori - Domenicali si rivolge ai suoi dipendenti – Voglio fare i complimenti a tutti perché questo titolo ce lo siamo meritato. E’ stata una stagione complicata, dove e’ successo di tutto ma noi abbiamo saputo reagire, sempre. Mi ricordo che, quest’estate, vi avevamo chiesto un ulteriore sforzo in termini di impegno per cercare di riguadagnare la leadership dal punto di vista della prestazione: ci siamo riusciti e ve ne va dato atto. Abbiamo avuto la miglior macchina e questo e’ merito vostro.”

    GRAZIE A TODT. Domenicali, il più giovane capo che con la Ferrari abbia vinto un campionato costruttori, non ha nascosto di aver avuto due grandi alleati in questa prima stagione da leader assoluto del team Ferrari: Jean Todt e Montezemolo:“Loro mi sono sempre stati vicini e devo ringraziarli perché la pressione che si sente in questo ruolo è altissima. Soprattutto Todt mi ha sempre seguito ed ha messo a mia disposizione tutta la sua esperienza”. “Dispiace per Felipe – conclude Domenicali – ma la colpa è stata nostra che non gli abbiamo dato una macchina sempre affidabile. Facciamo pertanto i complimenti ai nostri avversari e puntiamo a migliorarci, partendo dai nostri errori”.