Ferrari, diritto di veto: dibattito aperto

La Ferrari minaccia di portare in tribunale Max Mosley per non aver dato la possibilità di sfruttare il diritto di veto

da , il

    La Ferrari ha intenzione di portare Mosley in tribunale. Benissimo. Dalla sua pare ci sia un diritto di veto nei confronti dei nuovi regolamenti non rispettato dalla Federazione. La faccenda, però, è più complessa di come appare dato che, a sentire Mad Max, l’accordo non sarebbe più valido da un po’. Sul fronte sportivo, intanto, Felipe Massa ritratta le dichiarazioni di resa e suona la carica:“Qui nessuno molla!”

    DIRITTO DI VETO. Non è cristallina la questione attorno a questo presunto diritto di veto vantato dalla Ferrari nei confronti dell’operato della Federazione. Stefano Domenicali, infatti, non ha voluto fornire dettagli in merito mentre Max Mosley si è spinto ancor più in la. confermandone sì l’esistenza dal 1998, ma dichiarandolo decaduto:“Vedremo che prima di tutto non e’ piu’ in atto e se volevano porre un veto, potevano farlo nella riunione FIA del 17 marzo, quando avrebbero potuto esprimere il proprio parere contrario. E invece sono rimasti li’ seduti. Ad ogni modo sara’ dimostrato che hanno rinunciato a quell’accordo un po’ di tempo fa” ha spiegato il presidente della FIA preannunciando ciò che, a suo parere, emergerà già da martedì prossimo.

    MASSA NON MOLLA. La Formula 1 2009 continua a danzare tra la pista e le stanze dei bottoni. Noi ci adeguiamo e, restando in casa Ferrari, ringraziamo Felipe Massa che ci concede una piccola parentesi di sport:“Ho letto nei giorni successivi al Gran Premio di Spagna che avrei alzato bandiera bianca per questa stagione. Non è così e vorrei che questo fosse chiaro” dichiara il brasiliano dal sito Ferrari. “La situazione nel campionato è molto, molto difficile ed è realistico dire che una rimonta oggi sembra improbabile - prosegue Massa – Questo non vuol dire che abbiamo mollato la presa. Continueremo a lavorare sulla macchina e faremo il massimo per vincere delle gare e per finire più in alto possibile nel campionato. Come abbiamo dimostrato lo scorso anno, non siamo gente che si lascia andare se ci sono dei risultati negativi”.

    FERRAR F60 IN CRESCITA. Il vicecampione del mondo trova nuove motivazioni valutando il comportamento della F60B che ha dato in Spagna dimostrazione di grande crescita dopo l’introduzione del nuovo pacchetto aerodinamico:“Il comportamento della F60 di Barcellona era completamente diverso da quello avuto nelle prime gare: era molto più divertente da guidare, più stabile e con molto più grip e tanto carico aerodinamico”. Massa ricorda che il Montmelò è un circuito nel quale non si può improvvisare nulla. Andare bene lì significa essere veramente competitivi. Le certezze sono poche. Ma bastano per alimentare le speranze di proseguire la stagione 2009 in modo quantomeno decoroso. E, visto l’inizio, è tutto oro quel che luccica.