Ferrari e Renault, la sfida continua ?!

Uno chiama e l’altro risponde

da , il

    Schumacher e Renault

    Uno chiama e l’altro risponde.

    Briatore conferma:«Per il titolo è una lotta tra noi e la Ferrari!».

    Jean Todt replica:«Per il titolo ci crediamo ancora».

    Fa parte del gioco. Funziona per tenere ancora alto l’interesse.

    Molto umilmente voglio fare una semplice considerazione vagamente controcorrente.

    Alonso va come un marziano. La Renault è più forte o – nel peggiore dei casi – è allo stesso livello della Ferrari.

    Cosa può uscirne da questo mondiale?

    A questo aggiungiamoci che persino se capitassero una serie di disgrazie ad Alonso non cambierebbe niente, talmente è superiore. Perché ormai è su quello che vengono puntate le speranze degli inseguitori. Per la serie “prima o poi tocca a tutti” si aspetta l’errore, la sfiga, l’imprevisto ad Alonso come si aspetta un numero ritardatario al lotto.

    Nel frattempo l’ultimo GP, quello del Canada, ha fatto registrare per la prima volta dopo tanto tempo un deciso crollo anche degli ascolti Tv. 5 milioni di spettatori contro gli 8 dell’anno precedente.

    In conclusione c’è da dire questo. Campionato finito. Interesse in calo. Se nella F1 ci fosse davvero una regia occulta, che potrebbe incasinare un po’ la vita ad Alonso per ridare interesse all’intero Circus… che si metta all’opera!

    Altrimenti. Vince il migliore.