Ferrari F1, test Jerez: Massa servo di Alonso?

Formula 1: la Ferrari lascia a Felipe Massa il noioso lavoro di raccolta dati nella prima giornata di test a Jerez

da , il

    Ferrari, Massa test F1 2012 Jerez

    Adesso è chiaro come mai la Ferrari ha deciso di affidare a Felipe Massa il debutto nei test invernali della F2012. Non è un motivo di merito. Tutt’altro. Il brasiliano si è sobbarcato una noiosissima giornata dove ha dovuto girare per oltre 300 chilometri senza andare particolarmente giù di gas, al solo fine di raccogliere dati e fare prove di aerodinamica. Da qui si spiega anche il perché, cronometro alla mano, la rossa abbia subito 3 secondi di distacco dalla vetta della classifica dei tempi. Messa così, possiamo tranquillizzare i tifosi: per preoccuparsi è presto. Se non da domani, sicuramente da giovedì, quando arriverà Alonso, cominceremo a vedere la Rossa fare sul serio.

    Primo test Ferrari F1 2012 a Jerez

    La scuderia italiana aveva nel programma della sua prima giornata di test invernali sul circuito di Jerez un intenso lavoro di acquisizione di dati sul comportamento della nuova F2012. Felipe Massa ha coperto in tutto 69 giri con il miglior crono di 1.22.815, ad oltre tre secondi dal leader di giornata Kimi Raikkonen con la Lotus, a 2” dalla Red Bull e ad 1” dalla McLaren. Per tranquillizzare i tifosi Ferrari dobbiamo aggiungere che il brasiliano ha effettuato alcuni giri con gomme a mescola più dura ed il team ha insistito in modo maniacale nel verificare il comportamento dell’aerodinamica. Prova ne è l’utilizzo del tubo di Pitot (uno strumento utilizzato per misurare la velocità di un fluidi) e delle vernici fluorescenti sulla carrozzeria. Lo scorso anno la prima indiziata per il progetto fallimentare fu l’errata calibrazione della galleria del vento. Questo genere di test dovrebbe scongiurare il rischio o, perlomeno, segnalarlo per tempo.

    La Ferrari è fatta per Alonso

    In molti sostengono che la nuova Ferrari sia stata disegnata ad immagine e somiglianza di Fernando Alonso. Non tutti sanno che, ad esempio, la posizione di guida più verticale della F2012 è arrivata per assecondare i gusti dell’asturiano. Il due volte iridato preferisce stare piuttosto eretto con il busto per trovarsi seduto più in basso possibile all’interno dell’abitacolo. Detto fatto. Oggi a Jerez, il Felipe Massa messo al servizio della squadra in un noioso lavoro di raccolta dati non sarebbe altro che l’ennesima conferma della volontà di puntare tutto solo su vero fenomeno del team: Alonso. La cosa interessante è che,rispetto al passato, quest’anno il team principal Stefano Domenicali non si preoccupa neppure di fare dichiarazioni troppo politicamente corrette. Il messaggio è chiaro: se Massa vuole ancora aver qualche speranza di tenersi il posto, aiuti il leader a dovere e non crei problemi.