Ferrari F1: Fry preoccupato per la competitività della nuova F138

da , il

    Ferrari F1: Fry preoccupato per la competitività della nuova F138

    La Ferrari F138 ha lasciato Maranello. Il primo esemplare della monoposto che disputerà la stagione 2013 di Formula 1 è in viaggio per Jerez dove il prossimo 5 febbraio inizieranno i test invernali. Se Montezemolo ha cautamente definito la macchina “speranzosa”, ancor più gelido negli entusiasmi è il direttore tecnico Pat Fry che si dice attualmente non sicuro dei progressi fatti. Riteniamo opportuno, quindi, sgombrare il campo da equivoci: sia per i pochi cambi regolamentari, sia per il tanto tempo dedicato a fine 2012 sulla F2012, la F138 nasce con un certo ritardo. Come è possibile, in tale situazione, sperare di avere una vettura competitiva? A questa considerazione ne va aggiunta un’altra ancor più pesante: a Maranello sanno benissimo che tutto il lavoro fatto nei prossimi mesi sarà poi da buttare perché la monoposto del 2014 avrà basi regolamentari completamente nuove. L’impressione, quindi, è che la Ferrari voglia puntare al bersaglio grosso tra un anno permettendosi l’assurdo lusso di un 2013 affrontato con lucida – ma deprimente – arrendevolezza.

    Pat Fry: “Progressi non sufficienti sulla F138″

    Solitamente i primi giorni di vita delle nuove monoposto di Formula 1 sono carichi di ottimismo e infarciti di dichiarazioni d’intenti quanto mai bellicose. Si smarca da questo stereotipo Pat Fry che commenta in modo severo la condizione della nuova Ferrari F138:“Credo che abbiamo ancora molto lavoro da fare e molto da migliorare - ha riportato crash.net – per il lancio della nuova macchina abbiamo fatto un buon lavoro sulla meccanica, sulla distribuzione dei pesi e sul bilanciamento ma siamo indietro sul fronte aerodinamica”. Proprio quest’ultimo è il tallone d’Achille delle Rosse degli ultimi anni. Non a caso, in sede di presentazione, praticamente tutti i protagonisti hanno citato il problema della galleria del vento non più all’altezza della situazione. “La sfida più grande riguarda il lato aerodinamico - ha ribadito Fry - siamo partiti con tre mesi di ritardo rispetto al normale pertanto da oggi in poi abbiamo molta strada da percorrere. La vettura di quest’anno è più un’evoluzione che una rivoluzione e si basa sugli stessi concetti della F2012. Abbiamo provato a guadagnare qualcosa in tutte le aree. Avremo una certa idea su quale sia il nostro livello di prestazione dal terzo test perché è lì che arriveranno aggiornamenti consistenti ma non sarò felice fino a quando non saremo chiaramente i più veloci”, ha assicurato l’inglese.

    Rivisti tutti i GP del 2012 per imparare dagli errori

    La sfida in Formula 1 si gioca anche sul filo delle tattiche di gara. Detto del progetto F138, Pat Fry parla anche dell’organizzazione della scuderia sul fronte delle strategie:“Il più piccolo miglioramento di prestazione si deve perseguire oltre alla macchina stessa – ha dichiarato il direttore tecnico durante la presentazione della nuova Ferrari del 2013- Abbiamo rivisto tutte le gare dello scorso anno, per vedere cosa abbiamo fatto giusto e cosa abbiamo sbagliato, in termini di strategia, e dobbiamo imparare da questi. Stiamo provando a migliore ulteriormente i nostri pit-stop e abbiamo apportato alcune modifiche in questa area. La speranza è quella di abbassare ancora di un paio di decimi il tempo di sosta ai box. In media, lo scorso anno, siamo stati costantemente i migliori in questa settore. Ma non puoi permetterti di fermarti, altrimenti rimani indietro. Dobbiamo raggiungere il livello delle squadre che erano più rapide in velocità pura, anche se hanno avuto più problemi nei loro pit-stop. Potremmo dire che, sul versante affidabilità, siamo stati fortunati alcune volte nel “, ha concluso.

    Calendario presentazioni F1 2013

    28 Gennaio: Lotus F1 Team

    31 Gennaio: Vodafone McLaren Mercedes

    01 Febbraio: Sahara Force India

    01 Febbraio: Scuderia Ferrari

    02 Febbraio: Sauber F1 Team

    03 Febbraio: Infiniti Red Bull Racing

    04 Febbraio: Mercedes AMG Petronas

    04 Febbraio: Scuderia Toro Rosso

    05 Febbraio: Caterham F1 Team

    05 Febbraio: Marussia F1 Team

    19 Febbraio: Williams F1 Team