Ferrari F1, Kimi Raikkonen: OK con riserva

Kimi Raikkonen commenta la Ferrari F60 al termine della sua sessione di test invernali ed a meno di 20 giorni dall'inizio del mondiale di Formula 1 2009 nel quale tenterà di conquistare il suo secondo titolo iridato

da , il

    Kimi Raikkonen, al termine della sua ultima giornata di test sul circuito di Barcellona, fa il punto della situazione sulle prestazioni della Ferrari F60 che si mostra velocissima ma ancora non del tutto affidabile. Quanto basta per alzare le aspettative dei tifosi subito e lasciarli tremendamente delusi tra un paio di settimane, qualora il missile “made in Maranello” non dovesse vedere la bandiera a scacchi in quel di Melbourne.

    DUE VOLTI. La Ferrari che stiamo vedendo in azione a Barcellona, analogamente a quella del 2008, mostra due facce: fa una parte va forte e bene; dall’altra tende ad accusare problemi di affidabilità con eccessiva regolarità. Nella giornata di martedì, l’ultima con Raikkonen al volante, era stato il sistema di raffreddamento del Kers a rompere le uova nel paniere nel bel mezzo di una simulazione di weekend di gara che, fosse stato un GP vero, avrebbe visto il finlandese alzare bandiera bianca dopo una decina di giri.

    KIMI RAIKKONEN. “Abbiamo avuto un problema al sistema di raffreddamento del KERS e abbiamo preferito fermarci per non correre il rischio di creare guai maggiori – ha dichiarato Raikkonen ai giornalisti senza nascondere un po’ di sano ottimismo – Credo che, una volta risolti questi piccoli problemi di affidabilità, possiamo dire di avere un pacchetto molto buono a disposizione. Certo, mi sarebbe piaciuto fare una seconda simulazione di gara dopo quella che avevamo fatto in Bahrain a febbraio ma meglio che certe cose accadano nei test piuttosto che in un Gran Premio.”

    NIENTE PRONOSTICI. “Onestamente non ho idea di chi può essere considerato favorito. Finora abbiamo visto un grande equilibrio fra tante squadre e credo proprio che dovremo aspettare Melbourne per saperne di più” risponde così Raikkonen a chi, immancabilmente, gli chiede i nomi dei suoi principali avversari. “Da parte nostra posso dire che sono soddisfatto di quello che abbiamo fatto. Certo, abbiamo avuto qualche problemino di affidabilità, nulla che non possa comunque essere risolto lavorandoci in fabbrica” conclude il campione del mondo 2007 ricordando come non veda l’ora di inizare a gareggiare “è la parte che preferisco della F1″.

    FELIPE MASSA. Per non smentire quanto sopra, anche Felipe Massa ha dovuto abortire il primo tentativo di simulazione di Gran Premio nella giornata di ieri a Barcellona a causa di un problema idraulico. E’ andata meglio nella seconda prova. Ma quelli della Ferrari sanno bene che a Melbourne… dovrà essere per forza buona la prima!

    Foto: www.ferrariworld.com