Ferrari F2008, Felipe Massa lancia la sfida a Kimi Raikkonen:”Vediamo chi è più forte?”

Ferrari F2008, Felipe Massa lancia la sfida a Kimi Raikkonen:"Vediamo chi è più forte?"

da , il

    Ferrari F2008, Felipe Massa lancia la sfida a Kimi Raikkonen:"Vediamo chi è più forte?"

    Alla presentazione della F2008 non poteva mancare Felipe Massa. Il brasiliano spiega che la nuova Ferrari nasce sotto i migliori auspici dopo che sono stati messi a frutto gli errori compiuti nella stagione e, auspicandosi una lotta in famiglia, lancia la sfida a Kimi Raikkonen.

    Questa Ferrari appare bellissima, quali sono le tue impressioni?

    “Abbiamo tanti particolari nuovi e diversi - spiega Massa - Il muso soprattutto. Ci sono anche tante cose da sviluppare da qui alla prima gara. La macchina è bella ma questo non serve a niente se non è anche veloce”.

    Quest’anno c’è stato un esordio anticipato, servirà per risolvere tutti i problemi di gioventù?

    “Questa è la nostra speranza. E poi non vogliamo solo risolvere eventuali problemi di gioventù ma speriamo di portare avanti anche lo sviluppo. Rispetto allo scorso anno abbiamo più tempo e potremmo provare tutti i dettagli per non farci trovare impreparati. Esordiremo quindi nei test con due vetture nuove per poter fare il doppio lavoro. Lo scorso anno siamo partiti in ritardo ed abbiamo girato con una sola macchina alternandoci mentre altri team avevano già due modelli in pista. Non a caso abbiamo sofferto di affidabilità nella prima parte della stagione. Sono sicuro che la cosa non si ripeterà e porteremo in Australia una vettura veloce e solida”

    Tra le novità della prossima stagione ci sarà la centralina elettronica unica che toglierà il controllo della trazione, come ti stai preparando?

    “Con l’elettronica unica, oltre all’assenza del controllo della trazione che porterà tutti a modificare lo stile di guida, perderemo anche la partenza assistita. La prima curva è stata ultimamente un momento cruciale dell’intero Gran Premio e non avere più aiuti vuol dire renderla ancora più importante e difficile. Fortunatamente saremo comunque tutti nelle stesse condizioni, per cui c’è solo da lavorare duro e allenarsi bene per questa fase fondamentale della corsa”.

    Hai mostrato di saper andare forte in qualifica, come pensi cambieranno le cose con il nuovo regolamento?

    “Per dire la verità non cambierà praticamente niente, non avremo 3-4 giri per usare le gomme vecchie. Usciremo già con un set nuovo di gomme e con il quantitativo giusto di carburante per fare il tempo; per me non cambierà quasi niente.”

    Oggi non c’è il tuo amico Michael Schumacher, ma la F2008 è nata sotto i suoi consigli. Pensi che contribuirà anche allo sviluppo?

    “Michael sarà sempre con noi e ci aiuterà molto. Farà prove e altre cose importanti per aiutare la Ferrari. Capisco che non se la sia sentita di fare il direttore tecnico perché forse c’erano troppe pressioni e poi lui ha preferito stare con la famiglia. Una cosa è certa: se la Ferrari è arrivata fino a qui è anche merito suo e questo non va mai dimenticato soprattutto per me che sono cresciuto moltissimo stando al suo fianco”.

    Migliorare la vettura campione del mondo vuol dire non avere più avversari, c’hai pensato cosa vorrebbe dire una lotta in famiglia con Kimi Raikkonen?

    “Siamo consci che ci sono tanti concorrenti di gran livello che come noi lavorano sodo per raggiungere l’obiettivo e non sarà facile. Non penso che saremo solo io e Kimi a lottare per il titolo. So, però, con certezza che noi siamo tra i candidati. Io avrò anche quest’anno le stesse opportunità del mio compagno e, senza la sfortuna del 2007, potrò lottare alla pari con lui. Sono determinato a disputare una grande stagione”.