Ferrari, Fry tranquillizza Alonso: “Tante novità sulla F2012″

Formula 1: il direttore tecnico della Ferrari, Pat Fry, spiega come procedono i lavori sulla F2012 per farsi trovare pronto alla ripresa del campionato

da , il

    Ferrari, Fry tranquillizza Alonso: "Tante novità sulla F2012"

    La parte della fabbrica Ferrari dedicata alla scuderia di Formula 1 va in ferie e chiude i battenti. Come da regolamento, i lavori dovranno essere sospesi per due delle quattro settimane di sosta estiva. Pat Fry, intervistato sul sito ufficiale www.ferrari.com, fa il punto della situazione dividendosi tra ciò che è stato e – soprattutto – ciò che sarà. Fernando Alonso si era detto preoccupato del ritorno dei rivali e per niente tranquillo nonostante i 40 punti di vantaggio in classifica. Il tecnico inglese spiega che alcune delle novità portate in pista non hanno dato i risultati attesi ma sono stati compresi i motivi di ciò e da settembre arriveranno ancora molti aggiornamenti.

    Ferrari: in pausa con il sorriso

    Due settimane di stop ci vogliono ai team di Formula 1. Dalla prima domenica di settembre a Spa-Francorchamps e fino al 25 Novembre con il Gran Premio del Brasile saranno impegnati in un rush finale che non consentirà di prendere fiato. La pausa fa bene soprattutto alla Ferrari che, più dei rivali, ha fatto già un lavoro incredibile per recuperare competitività. Le cose sono andate meglio del previsto con Fernando Alonso al comando del campionato con un sensibile vantaggio in classifica. Ma che a Maranello non possano dormire sonni tranquilli lo ha dimostrato l’ultimo Gran Premio di Ungheria con ben tre squadre più veloci: McLaren, Red Bull e Lotus. Pat Fry sintetizza quanto accaduto dal giorno della presentazione della F2012 a oggi:“Dopo i test invernali eravamo un po’ indietro. Abbiamo imparato moltissimo in quel periodo e poi lo abbiamo usato più avanti. Nelle prime gare eravamo in difficoltà: ritengo che a Melbourne fossimo circa un secondo e mezzo indietro rispetto ai migliori. E’ stato fatto un grandissimo sforzo: in galleria del vento, nei reparti produttivi, nella fase di progettazione. Tutto il sistema-squadra ha reagito alle sfide che abbiamo incontrato. Secondo me abbiamo superato gran parte delle altre squadre in termini di sviluppo durante il campionato: abbiamo fatto un buon recupero ma resta ancora molta strada da fare.”

    Pat Fry: “Capiti i problemi”

    La Ferrari che in Ungheria ha subito il ritorno dei più accreditati avversari ha faticato più del previsto a funzionare a dovere con gli ultimi aggiornamenti introdotti:“Abbiamo avuto in un paio di soluzioni che non hanno funzionato come ci aspettavamo: c’è sempre la possibilità che avvengano cose del genere in questo lavoro. L’aspetto positivo è che abbiamo capito il problema e ora tutto è a posto: in questo modo possiamo usare questa esperienza per andare avanti piuttosto che rimanere confusi”. ha spiegato Fry. “Quando cerchi di arrivare ai limiti, sicuramente incontri nuovi problemi. Adesso abbiamo una buona comprensione della situazione quindi dobbiamo solo modificare i nostri criteri di sviluppo e continuare a spingere.” Per settembre arriveranno altre novità che dovrebbero consentire alla monoposto di Alonso e Massa di reggere il passo:“Abbiamo sviluppato alcuni piccoli elementi per Spa in galleria del vento, mentre ci concentriamo sugli aggiornamenti per Singapore. Spa è una pista che, dal punto di vista del carico aerodinamico, è abbastanza particolare così come lo è Monza. Infatti, avremo anche un pacchetto aerodinamico e di motore adatto per la pista italiana. C’è quindi tanto lavoro che è stato fatto ma anche tanto che resta ancora da fare: dobbiamo continuare a mantenere alta la pressione“, ha concluso il direttore tecnico della Ferrari.