Ferrari in Australia, danni limitati: merito di Alonso e demerito Mercedes

Ferrari in Australia, danni limitati: merito di Alonso e demerito Mercedes

Formula 1: la Ferrari tira un primo bilancio del Gran Premio d'Australia e riesce a vedere come positivo il quinto posto di Fernando Alonso

da in Circuito Melbourne F1, Felipe Massa, Fernando Alonso, Ferrari F1, Formula 1 2017, GP Australia F1, Mercedes F1, Stefano Domenicali
Ultimo aggiornamento:

    Fernando Alonso - Ferrari - Australia F1 2012

    La Ferrari si lecca le ferite dopo il Gran Premio d’Australia di F1 2012 e guarda alla classifica finale coccolandosi la fantastica prestazioni di Fernando Alonso. Il quinto posto rappresenta quasi una salvezza. La consapevolezza è che le cose potevano andare molto peggio. Grazie al flop Mercedes ed ai pasticci degli altri avversari, però, lo spagnolo è riuscito a nascondere moltissime pecche di un progetto F2012 che con Felipe Massa mostra tutti i limiti e fa correre brividi freddi lungo la schiena dei tanti tifosi italiani. Alla fine, come fa notare Stefano Domenicali, sembra quasi che la safety car abbia tolto qualcosa. Un quarto posto? Forse Webber poteva essere tenuto dietro? Difficile da dirsi vista la pressione messa su Alonso da Pastor Maldonado.

    Ferrari, Domenicali:”Limitati i danni”

    Stefano Domenicali ha qualche rimpianto per l’ingresso della safety car:“La safety car è uscita nel momento in cui non doveva uscire ed abbiamo perso la posizione su Webber”. Il team principal Ferrari fa un primo sommario bilancio del GP d’Australia 2012:“In gara abbiamo visto che sono cambiati i valori in campo. Red Bull e McLaren volavano ma gli altri sono molto vicini. Portiamo a casa questo risultato importante per la classifica e facciamo i complimenti a Fernando Alonso che è ha fatto una gara veramente straordinaria”.

    Alonso:”Abbiamo un secondo di distacco”

    “Penso che il nostro risultato sia stata una bella sorpresa - ha affermato Fernando Alonso La macchia è partita molto bene.

    Non solo la mia ma anche quella di Felipe che ho visto nei miei specchietti. Abbiamo fatto qualche sorpasso e qualche bella battaglia in pista e siamo arrivati dietro solo a Red Bull e McLaren. Lo spagnolo parla di bel risultato per la Ferrari:“In un weekend come questo abbiamo limitato i danni e non era scontato. La battaglia alla fine con Maldonado è stata molto stressante perché lui era più veloce ed io dovevo usare il Kers in certi punti specifici per difendermi. Quando ha sbattuto mi è dispiaciuto per lui ma ho tirato un sospiro di sollievo”. Secondo il due volte campione del mondo, la Ferrari è ben lontana dalla vetta ma con pochi miglioramenti può già compiere dei grossi passi in avanti:“Abbiamo visto che siamo ad un secondo di distacco dai migliori ma la griglia si è ristretta molto per cui se riusciamo anche a migliorare di mezzo secondo saremo in grado di scalare molte posizioni”.

    Mercedes e Lotus: quanti regali!

    Forse per la Rossa il peggio deve ancora arrivare. Non sempre la Ferrari si troverà un Grosjean che si ritira dopo pochi chilometri ed un Kimi Raikkonen che parte dal fondo dello schieramento. Non sempre la Mercedes metterà KO Schumacher ed avrà gravi problemi di gomme come quelli capitati a Nico Rosberg. “Dopo un inizio incoraggiante del weekend, oggi non è arrivato un buon risultato per noi - ha dichiarato Ross Brawn - malgrado un’ottima partenza, Michael e Nico hanno avuto problemi con il degrado delle gomme. Ad ogni modo, restiamo fiduciosi perché sappiamo di avere una macchina veloce e con ampi margini di miglioramento”.

    650

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Circuito Melbourne F1Felipe MassaFernando AlonsoFerrari F1Formula 1 2017GP Australia F1Mercedes F1Stefano Domenicali