Ferrari in prima linea contro la FIA

Luca di Montezemolo, Presidente Ferrari e FOTA critica aspramente le decisioni della Federazione Internazionale dell'Automobile

da , il

    Mentre la Ferrari accoglie a Maranello il Presidente della Repubblica che dà il suo augurio alla squadra per la nuova stagione, Montezemolo approfitta dell’incontro con la stampa per criticare aspramente l’operato della Federazione. E, per una volta, tutti sono d’accordo: dal fido Schumacher al grande rivale Norbert Haug fino all’infinita schiera degli amanti di questo sport.

    MONTEZEMOLO. “Credo che sia veramente assurdo, grave e pericoloso che, a una settimana dall’inizio del primo Gran Premio, la Formula 1 si ritrovi in una situazione di questo genere” tuona il numero 1 della Ferrari forte del ruolo di Presidente designato dell’Associazione dei team di Formula 1 (FOTA). Montezemolo spiega che questa mossa sta generando un gravo danno in termini di credibilità dell’interno movimento a scapito soprattutto delle case automobilistiche, dei tifosi, degli addetti ai lavori e degli sponsor. Insomma, di tutti!. “Auspico un clima di responsabilità, che da parte di noi squadre è già iniziato con la riduzione dei costi del 50%. E’ piú importante avere un clima piú sereno ed evitare continui cambiamenti che generano sconcerto, preoccupazione e qualche punto interrogativo per le scelte per il futuro.” ha concluso Montezemolo

    SCHUMACHER. Sul tema scende in campo anche Michael Schumacher che dalle colonne del suo sito web si lascia andare ad uno sfogo da vero tifoso di questo sport:“Sono sorpreso che abbiano cambiato le regole così tardi e non capisco che senso ha avere un campione del Mondo che ha meno punti in classifica rispetto al secondo, anche se penso sia una buona cosa cercare di rafforzare la posizione del vincitore”. Il sette volte iridato ha anche commentato le prestazioni della Ferrari dopo aver presenziato all’ultima sessione di test in quel di Barcellona:“L’impressione è che siamo abbastanza in forma e siamo nella posizione di poter lottare per il titolo. Con la Ferrari ci sono Renault, Toyota, Bmw e Williams. Dopo Barcellona si può dire che anche la Brawn GP è notevole anche se probabilmente le squadre più grandi ridurranno il gap. La McLaren invece mi ha fatto una brutta impressione” ha ammesso Schumi.

    HAUG. Proprio dal fronte McLaren arriva l’ultima stoccata alla Federazione. Benché siano alle prese con problemi più seri, vedi disperata ricerca di carico aerodinamico sulla MP4-24, da Stoccarda Norbert Haug sintetizza così l’assurdità della regola voluta dalla FIA:“E’ come se nel calcio l’Inter avesse più punti della seconda in classifica, ma la Juventus reclamasse il titolo per due vittorie in più”.

    Foto: www.ferrari.com