Ferrari: le foto più belle della storia

Formula 1: storia della Ferrari e del campionato mondiale di F1 attraverso alcune delle foto più belle e significative degli oltre 60 anni della disciplina

da , il

    enzo ferrari gilles villenuve1

    Oltre sessant’anni di storia per la Ferrari in Formula 1. Andare a ritrovare le foto più belle di sempre è impresa impossibile. Abbiamo deciso di scegliere quelle più significative delle varie epoche. Quelle rappresentative dei campioni che hanno guidato i modelli più vincenti del Cavallino Rampante. Le immagini che, in epoche diverse, sono rimaste nella mente dei tifosi e degli appassionati di questo fantastico sport a motore a testimoniare ciò che era di quegli uomini e delle loro eroiche avventure. Da Alberto Ascari a Kimi Raikkonen. Il primo e l’ultimo campione del mondo. Senza dimenticare, nel percorso, due nomi speciali come Michele Alboreto e Gilles Villeneuve. 12 scatti scelti tra almeno 1000 altrettanto meritevoli.

    Alberto Ascari, Ferrari 1952

    albert ascari ferrari gp belgio 1952

    Primo campione del mondo con la Ferrari nel 1952, Alberto Ascari si ripeterà nel 1953. Ad oggi è ancora l’unico italiano ad esserci riuscito. In questa immagine taglia vittorioso il traguardo nell’epico Gran Premio del Belgio.

    Juan Manuel Fangio, Ferrari 1956

    fangio ferrari 1956 argentina

    Juan Manuel Fangio, cinque volte iridato, conquista il quarto campionato mondiale con la Ferrari nel 1956. Qui lo vediamo impegnato nel Gran Premio di Argentina, quello della sua nazione.

    Phil Hill, Ferrari 1961

    hill ferrari 1961

    Al volante della Ferrari 156, Phil Hill ottiene due vittorie in Italia e in Belgio e conquista il suo unico titolo mondiale in carriera. La foto lo ritrae mentre taglia il traguardo di Monza.

    John Surtees, Ferrari 1964

    surtess ferrari 1961 gp italia

    Unico essere umano di sempre ad aver gareggiato e vinto in due e quattro ruote. Altro che Valentino Rossi. Surtees pluricampione in moto qui è in azione a Monza al volante della Ferrari 158 con la quale porterà a casa il suo alloro iridato in Formula 1.

    Niki Lauda, Ferrari 1975

    lauda montezemolo 1975 ferrari1

    Luca di Montezemolo a confronto con Niki Lauda durante le prove del GP di Monaco del 1975. Il pilota austriaco, campione del mondo per la prima volta, fu una scommessa vinta da Enzo Ferrari e dal giovane direttore sportivo che 20 anni più tardi sarebbe diventato Presidente del Cavallino e poi gran capo FIAT.

    Gilles Villeneuve, Ferrari 1979

    gilles villeneuve arnoux1

    Un’immagine che non ha bisogno di commenti. A Digione nel 1979 è andata in scena non una corsa di F1 ma La corsa. Il coraggio e la fantasia di Villeneuve si esprimono al meglio nel duello con René Arnoux. La sua umanità la si tocca nella foto in alto che lo ritrae con Enzo Ferrari. Pochissimi hanno esaltato il Drake come l’aviatore canadese.

    Michele Alboreto, Ferrari 1985

    alboreto ferrari f11

    In tema di uomini prima ancora che piloti, riportiamo un’immagine che ritrae due grandi nomi che resteranno per sempre nel cuore dei tifosi Ferrari. L’ing. Mauro Forghieri, inventore delle monoposto vincenti della seconda metà degli anni ’70 e Michele Alboreto, ultimo italiano su una Rossa capace di correre per il titolo. La sfortuna glielo toglierà nel 1985.

    Alain Prost, Ferrari 1990

    prost ferrari 1990

    Dopo la morte di Enzo Ferrari la scuderia affida le speranze di ritorno al vertice ad uno dei piloti più soldi e vincenti del momento: Alain Prost. La sua monoposto è buona e con soluzioni innovative che escono dalla matita di John Barnard. Non saranno sufficienti per tenere dietro Ayrton Senna.

    Jean Alesi, Ferrari 1995

    alesi ferrari 1995

    Simbolo della Ferrari della prima metà degli anni ’90 è Jean Alesi. Tanto cuore ma pochi risultati. Progetti mai del tutto azzeccati. Il francese di Avignone conquista i favori dei tifosi con grinta e passione. La sua guida spettacolare è ben rappresentata da questa foto. In Canada nel 1995 vince il suo unico GP in F1.

    Michael Schumacher, Ferrari 2000

    schumacher ferrari 2000

    Alesi passa il testimone a Schumacher nel 1996. Il tedesco dà subito una svolta ma il primo titolo mondiale arriva solo nel 2000, 21 anni di digiuno si interrompono all’alba di Suzuka in Giappone quando Schumi taglia il traguardo. Con ancora le delusioni del 1997, 1998 e 1999 negli occhi, i ferraristi non dimenticheranno quella mattina. E questa immagine.

    Michael Schumacher, Ferrari 2004

    schumacher ferrari 2004

    Passano quattro anni di successi dove Michael Schumacher accumula record a ripetizione. Il 2004 è l’ultimo anno di gloria quando la Ferrari domina la stagione in lungo ed in largo vincendo entrambi i titoli mondiali con imbarazzante superiorità. Brawn, Schumacher e Todt sono i tre attori principali.

    Kimi Raikkonen, Ferrari 2007

    raikkonen ferrari 2007

    Kimi Raikkonen arriva a Maranello come erede di Schumacher. La scuderia è in grande trasformazione poiché anche Ross Brawn si è chiamato fuori e Jean Todt sta facendo altrettanto lasciando il timone a Stefano Domenicali. In mezzo al caso spy-story e battendo uno spumeggiante Hamilton, il finlandese di ghiaccio sale sul tetto del mondo dopo una rimonta incredibile.

    Foto: AP/Lapresse; f1fanatic.co.uk; yallaf1.com