Ferrari, Marco Mattiacci: “la mia è una missione, Alonso pilota più forte al mondo”

Il nuovo team principal della Ferrari, Marco Mattiacci, si presenta in conferenza stampa a Shanghai, dove domenica si corre il Gran Premio di Cina

da , il

    Il nuovo team principal della Ferrari, Marco Mattiacci, si presenta in conferenza stampa a Shanghai, dove domenica si corre il Gran Premio di Cina, quarta prova del Mondiale di Formula1. “Questa per me non è un’offerta di lavoro, ma una missione” esordisce Mattiacci che ringrazia il predecessore Stefano Domenicali, il Presidente della Rossa Luca di Montezemolo e di Fernando Alonso dice “è il pilota più forte al mondo”.

    Chinese Formula One Grand Prix

    Chiusasi a sorpresa l’era Stefano Domenicali con le dimissioni arrivate a inizio settimana da parte dell’ormai ex Team Principal della Ferrari, è iniziata ufficialmente oggi quella di Marco Mattiacci al timone del Cavallino. “Ho ricevuto una chiamata alle 5.58 di mattina venerdì scorso e ho pensato fosse un pesce d’aprile fuori tempo massimo - confida Mattiacci in conferenza stampa a Shanghai – poi dopo un minuto di conversazione ho capito che non era così e ho accettato subito. Questa per me è una missione, non una semplice offerta di lavoro”.

    Mattiacci eredita la Rossa in un momento non semplice: a Maranello non si vince da anni e in questa stagione la partenza rispetto alla Mercedes è stata ad handicap. “Lotteremo, questo è quello che posso dire. Io mi devo dimostrare all’altezza delle aspettative, mi avvicino con umiltà e con la voglia di imparare il più in fretta possibile. La Ferrari è un’azienda che ha un incredibile numero di talenti. Non ho mai vista tanta passione come a Maranello. Sono in Ferrari da 14 anni e il mio ruolo adesso è assemblare un team e assemblare talenti”.

    Su Fernando Alonso, Mattiacci ha le idee chiare: “Alonso è un grande professionista e il miglior pilota che c’è ora nel circus. Penso che voglia vincere un mondiale con la Ferrari perché questo è il sogno di qualsiasi pilota di Formula1″.

    Infine spazio ai ringraziamenti di rito. “Per prima cosa ringrazio il Presidente Montezemolo, con cui mi sento molte volte al giorno. E’ il Presidente ed è fortemente coinvolto. Più mi è vicino e meglio sarà”. Poi tributo al predecessore Stefano Domenicali: “un professionista e un amico che ha fatto un lavoro egregio“.

    Sul futuro Mattiacci invece non si sbilancia: “E’ troppo presto per parlarne, prima devo vedere cosa c’è di buono poi, eventualmente, si cambia, ma ci saranno interventi solo se necessari. Per ora il mio primo avvicinamento è stato quello di conoscere e farmi conoscere”.