Ferrari: Massa, Alonso e Schumacher nel 2010

La Ferrari vorrebbe schierare una terza vettura nel mondiale di Formula 1 2010

da , il

    Felipe Massa, Fernando Alonso e Michael Schumacher tutti e 3 in Ferrari nel 2010. O, nel caso in cui il tedesco porprio non se la sentisse, resti pure Kimi Raikkonen. Maranello spinge la FOTA per chiedere l’introduzione della terza vettura. Obiettivo: aumentare lo spettacolo ed accontentare tutti.

    FERRARI. L’idea è tanto semplice quanto suggestiva. Per scacciare la crisi, i team possono schierare la terza vettura. Così facendo, la Ferrari potrebbe risolvere il problema dell’ingordigia da fenomeni ingaggiando senza problemi Fernando Alonso, mantenendo Felipe Massa e continuando a cullare il sogno di un ritorno a tempo pieno di Michael Schumacher. Se poi il tedesco non se la sentisse, resta sempre un Kimi Raikkonen da piazzare in qualche modo, rimandando di un anno il passaggio al rally. L’offerta prendi 3 e paghi 2, andrebbe anche a PRO delle altre scuderie che, tra tentativi di trovare il nuovo fenomeno del momento e/o iniziative ad effetto come grandi ritorni di vecchi campioni, avrebbero solo l’imbarazzo della scelta.

    TERZA MACCHINA IN F1. Siamo al limite del fantasy-game, ma i motivi che spingono in questa direzione sono concretissimi. Innanzitutto l’addio della BMW ha tolto dalla scena una scuderia di grosso calibro che non sarà certamente sostituita degnamente né da Campos, né da Manor, né da USF1. In secondo luogo, per avere spettacolo si devono avere i piloti migliori sulle macchine migliori. Infine, l’allargamento del numero di sedili potrebbe far tornare in campo vecchi campioni come Jacques Villeneuve, fenomeni di altri sport a motore che vogliono mettersi alla prova in F1 come il rallista Sebastien Loeb o il nostro Valentino Rossi, giovani promesse che sperano di mettersi in mostra come Mirko Bortolotti. Il regolamento, a grandi linee, dovrebbe obbligare i team a scegliere due macchine soltanto con le quali fare classifica. La terza starebbe lì solo per lo spettacolo. Questa soluzione ovviamente salvaguarda l’esito del campionato per come lo conosciamo adesso, ma lascia aperti ancora molti punti interrogativi come ad esempio, l’eventualità che una terza vettura butti fuori pista più o meno casualmente una macchina in lotta per il mondiale… l’approfondimento di certi temi, però, conviene farlo qualora le acque continuassero a muoversi. Per il momento, prendiamocelo così. Come un gossip da leggere sotto l’ombrellone.