Ferrari, Massa ammette: rischiato di drogarsi

Felipe Massa rilascia un'intervista ad una emittente radiofonica brasiliano dove parla della propria vita privata e racconta un toccante retroscena

da , il

    Stagione di Formula 1 finita, è tempo di dichiarazioni, racconti e approfondimenti. Il primo a uscire dalla pista per parlare d’altro è Felipe Massa. Già fermo da mesi, il pilota Ferrari che si appresta a diventare padre fa una confessione shoccante sul fronte droga:“Potevo entrare nel giro”.

    FELIPE MASSA. In un’intervista rilasciata alla radio brasiliana Jovem Pan, Felipe Massa si è reso protagonista di una confessione molto particolare:“Conoscevo persone che facevano uso di droghe e io potevo entrare in questo giro, ma non l’ho fatto perchè per me non era importante - ha ammesso il brasiliano precisando - Non ho mai usato droghe per aiutarmi”. Secondo il pilota della Ferrari, sarebbero state delle cattive amicizie ad avvicinarlo alla cosiddetta “cattiva strada”. A salvarlo, invece, (ironia della sorte) è stata una pista: “Avere un obiettivo nella vita, che per me era lo sport, è stato importante”, ha aggiunto Massa. Parlando a 360 gradi della propria vita privata, il carioca si è soffermato anche sul figlio che sta per nascere:“È un cambiamento molto grande nella mia vita. Non sarò più un pilota, sarò un padre che deve preoccuparsi non solo della propria vita ma al 100% di quella di suo figlio”.

    FERRARI. Per un pilota tutto casa e pista, il limite tra vita privata e sportiva è flebile. Finisce così che l’intervista torna su temi più abituali:“Sono pronto a tutto, la cosa più importante è correre ma siamo preparati – spiega Massa commentando la stagione 2010 di Formula 1 - Sono al 100%, il recupero è stato buono, sono tornato a fare palestra, a correre sui kart, in F1. L’operazione è stata seria. Potevo perdere la vista”. Quanto alla sfida in casa con il due volte campione del mondo Fernando Alonso, Felipe si mostra sereno. Consapevole che fino a quando sarà a Maranello non avrà mai vita facile:“Fernando è un gran pilota, uno dei migliori in Formula 1, ma chiunque venga in Ferrari è sempre un compagno forte, perchè la Ferrari cerca sempre i migliori”, ha concluso.