Ferrari: Massa è sano e gasato

Felipe Massa parla della stagione 2010 di Formula 1 che sta per cominciare

da , il

    Felipe Massa ha vinto il primo duello in famiglia con Fernando Alonso battendolo due volte su due nella sfida sul ghiaccio del Wrooom di Madonna di Campiglio. Sarà anche per questo che il pilota brasiliano, già capace in passato di mettere in difficoltà campioni del mondo compagni di squadra come Jacques Villeneuve, Michael Schumacher e Kimi Raikkonen, fa sfoggio di grande sicurezza dichiarandosi disposto ad aiutare il due volte campione del mondo nella nuova avventura in Ferrari e segnando il 2010 come l’anno giusto per la riscossa dopo due stagioni, per motivi diversi, da dimenticare.

    FELIPE MASSA. Il 2008 si è chiuso con le lacrime di San Paolo dopo aver perso il mondiale all’ultima curva dell’ultimo giro dell’ultima gara. Il 2009 è iniziato con una macchina poco competitiva e si è concluso nel letto di un ospedale di Budapest. Per questo, appurato che il corpo è sano, Felipe Massa si mostra ottimista come mai prima:“L’incidente non ha assolutamente modificato il mio approccio al lavoro e il mio modo di pensare - ha ribadito il pilotino – Ho sempre avuto molto sostegno dalla Ferrari, ma è stata incredibile la forza che mi ha trasmesso e la disponibilità che mi hanno dimostrato tutti dopo l’incidente“. Molto concentrato, Felipe Massa ha fatto sapere di sperare in un buon inizio di stagione ed essere interessato solo a lavorare bene nel mese di febbraio per conoscere quanto prima i segreti della nuova macchina.

    F1 2010. Tanti gli spunti che regalerà la stagione 2010. Il primo è il ritorno dell’amico Schumacher. Stavolta come rivale:“Lontano dalle gare l’amicizia rimane ma in pista sarà un avversario da battere come gli altri. Difficile dire se abbia fatto la cosa giusta perché non so cosa si prova a fermarsi dopo una vita passata a correre. Sarà strano vederlo correre con un’altra squadra ma in Ferrari non c’erano le condizioni perché lui tornasse.” Altro tema caldo è l’assenza dei rifornimenti:“La strategia della gara dipenderà molto dalla posizione di partenza. In certe situazioni sarà importante essere aggressivi nei primi cinque giri per guadagnare posizioni oppure, in altre, adottare una tattica più attendista: dipenderà molto dalle circostanze.” Molta attesa, soprattutto per i ferraristi, c’è nell’arrivo di Fernando Alonso, disegnato come vero erede di Schumacher:“Nella mia carriera ho sempre avuto dei compagni di squadra formidabili - ricorda Massa - Sono sicuro che saremo in grado di lavorare bene insieme perché questo aiuterà entrambi e soprattutto la squadra nello sviluppo della macchina. Di sicuro – ha aggiunto il vicecampione 2008 – ognuno di noi lotterà per stare davanti perché questo è lo sport”.