Ferrari: Massa, ultimo anno in Rosso?

Felipe Massa vede un futuro come pilota di Formula 1 lontano dalla Ferrari

da , il

    Felipe Massa dice molto più di quanto non vorrebbe. Intervistato dal Corriere dello Sport, il pilota Ferrari fa sapere di non volersi allineare a Fernando Alonso nel giurare un futuro in Rosso fino a fine carriera. Secondo alcuni, questi sarebbero messaggi inviati alla dirigenza del Cavallino che a breve dovrà sedersi ad un tavolo con il manager del pilota per discutere un eventuale rinnovo. Il condizionale, però, è d’obbligo perché con un Alonso blindato, il sedile di seconda guida ha vari pretendenti: primo della lista Robert Kubica. Guest star: Valentino Rossi.

    FELIPE MASSA. Fernando Alonso, l’ultimo arrivato, giura amore eterno alla Ferrari. Felipe Massa, vero pilota di famiglia, cresciuto letteralmente sotto l’ala protettiva di Maranello, invece, no. “Ho 28 anni, come potrei promettere una cosa del genere?” ha dichiarato al Corriere dello Sport. Il brasiliano dà ragione ad Alonso quando quest’ultimo dice che non esiste un team più forte della Ferrari:“Qui mi sento a casa - ha aggiunto Massa facendo capire che il suo futuro in Rosso ha una data di scadenza – ma voglio correre ancora per diversi anni”. Il vicecampione del mondo 2008 ha fatto intendere che le trattative per il suo rinnovo dopo il 2010 stanno per cominciare ma che non sono escluse sorprese. L’ipotesi è remota, ma Valentino Rossi resta un pretendente. Robert Kubica pure.

    FERRARI 2011. Al di là delle chiacchiere, ci sono u paio di osservazioni che vanno fatte nel cercare di interpretare le scelte di Maranello sul fronte piloti a partire dal 2011 in poi. Innanzitutto, va detto che Felipe Massa ha l’opportunità di guadagnarsi la riconferma disputando una stagione 2010 alla grande. Per cui, per il brasiliano, tutte le porte sono aperte. Altra considerazione riguarda la cosiddetta “gestione-Domenicali”. Dopo un inizio timido e difficile, l’imolese ha deciso di tirar fuori gli attributi prendendo decisioni brutali, sofferte, in netta rottura con la gestione del suo predecessore Jean Todt. Punta dell’iceberg del nuovo corso Ferrari è la rottura anticipata con Kimi Raikkonen e l’arrivo di Fernando Alonso. Suo malgrado, anche Felipe Massa è un uomo di Todt che, va ricordato, si prese il lusso di allungargli il contratto proprio prima di lasciare definitivamente il timone del Cavallino. A questo punto non ci sarebbe da stupirsi se, alla scadenza naturale del contratto, la Ferrari decida di non rinnovare con Felipe Massa per inseguire il sogno Valentino Rossi o affidarsi ad un ex-giovane di grande talento come Robert Kubica. Massa sa benissimo queste cose e, nel dubbio, evita di promettere cose che sa di non poter mantenere.