Ferrari: Mick Schumacher nella FDA? Il figlio di Michael incontra Baldisserri

Formula 1: Mick Schumacher fa visita alla Ferrari. Il figlio di Michael incontra Luca Baldisserri per effettuare un test a Monza con la F4 forse in ottica di entrare nella Ferrari Driver Academy

da , il

    Mick Schumacher è stato a Maranello. Stavolta non per fare un giro sulle orme del padre Michael come accaduto alcuni mesi fa. Era lì per lavoro. Per parlare dei possibili scenari della sua carriera. Il primo a darne notizia è stato il “solito” Leo Turrini. Mick Schumacher ha incontrato Luca Baldisserri ed ha concordato un test con la Formula 4 sul circuito di Monza al quale parteciperà proprio il responsabile della Ferrari Driver Academy. Cosa scaturirà dopo è impossibile prevederlo. Non è chiaro neppure se questo sia un semplice gesto di affetto che Baldisserri ha voluto fare per la riconoscenza che nutre verso Michael, per il quale è stato ingegnere di pista e con il quale ha condiviso innumerevoli successi, o se ci sia davvero un interesse verso il 16enne tedesco.

    Mick Schumacher: una carriera tutta da costruire

    Classe 1999, Mick Schumacher entra nel mondo del motorsport timidamente nel 2008 con il cognome della madre (Betsch) per non attirare troppe attenzioni. Nel 2011 e 2012 chiude rispettivamente 9° e 7° nella classe KF3 del campionato ADAC Kart Masters. Negli stessi anni conclude al terzo posto l’Euro Wintercup. Nel 2013 è terzo anche nel campionato tedesco Junior Kart e nel CIK-FIA Super Cup KF juniors. Nel 2014 arriva secondo nel campionato nazionale ed in quello internazionale. L’anno più importante per Mick Schumacher è quello che si sta per chiudere dato che ha avuto l’occasione di debuttare nel mondo delle monoposto a ruote scoperte guidando per il team Van Amersfoort Racing nel campionato di Formula 4 tedesco. Tra alti e bassi, dopo 22 gare disputate ha ottenuto una vittoria, 2 podi ed un totale di 92 punti che gli sono valsi il decimo posto finale in classifica. Probabilmente nel 2016 resterà in F4 ma l’idea che lo faccia con il supporto della Ferrari Driver Academy è una suggestione auspicata da molti già prima di questo incontro ravvicinato.

    Lauda: Motore Ferrari ormai potente come Mercedes

    Restando in casa Ferrari ma cambiando argomento, riportiamo le ultime dichiarazioni di Niki Lauda che stavolta non mette sul piatto una critica fatta a forma di spaghettoni in salsa rossa ma, anzi, tesse le lodi del Cavallino Rampante:“Questa stagione ci ha obbligato a spingere molto per restare davanti alla Ferrari. A Monza hanno portato un’evoluzione della nuova power unit che ha praticamente raggiunto la nostra sia per quanto riguarda la potenza che l’efficienza – ha ammesso il direttore non esecutivo della scuderia Mercedes - Non abbiamo più quel vantaggio di una ventina di cavalli che c’era ad inizio stagione. I nostri motori sono allo stesso livello e lo dico sulla base dei dati che abbiamo raccolto. Nel 2016, quindi, mi aspetto un anno duro per noi. Lo sapevamo: quando il regolamento resta stabile, sono favoriti quelli che inseguono dato che chi è davanti ha meno margini di miglioramento rispetto a chi sta dietro”.