Ferrari: Montezemolo suona la carica

Dopo la riunione strategica tenutasi ieri a Maranello, Luca Cordero di Montezemolo dice che la Ferrari ha molte carte da giocarsi sia in pista che in tribunale

da , il

    Ferrari: Montezemolo suona la carica

    Dopo la riunione strategica tenutasi ieri a Maranello, Luca Cordero di Montezemolo ne è uscito fiducioso e convinto che la Ferrari abbia ancora molte carte da giocarsi sia in pista che in tribunale.

    Nell’incontro – al quale hanno partecipato anche Jean Todt e gli altri vertici del team – è stato fatto il punto della situazione dopo due terzi di stagione. Agli aspetti positivi, sintetizzabili nell’ottima competitività della macchina che ha consentito di prendere 5 vittorie, 6 pole e 8 giri veloci in 11 Gran Premi, vanno contrapposti i lati negativi: affidabilità non degna del Cavallino e troppi errori commessi tra piloti e squadra.

    Tirando le somme, Montezemolo esce soddisfatto dal lungo incontro e dichiara:“Restando concentrati ed uniti nel raggiungere l’obiettivo, possiamo vincere tutte le corse che restano, ne abbiamo le capacita. La squadra deve crederci!”

    Anche per quanto riguarda l’altro fronte caldo, vale a dire l’Appello per la sentenza sul caso spy-story, il Presidente non muta atteggiamento e, confermando la sua linea dura, rassicura i tifosi che giustizia sarà fatta:“Ci penseremo io e Todt, insieme ai nostri legali. Come ho gia’ ripetuto sin dall’inizio di questa storia, quello che e’ accaduto e’ di una gravita’ inaudita e noi andremo avanti con grande determinazione e profonda convinzione, fino in fondo: sul piano legale con i procedimenti in corso in Italia e in Inghilterra e su quello sportivo con l’udienza della Corte d’Appello della FIA in programma il 13 settembre a Parigi. Per la Ferrari e’ fondamentale che tutta la verita’ su questa brutta storia possa apparire chiaramente agli occhi di tutto il mondo.”