Ferrari, novità in Cina: Felipe Massa impaziente

Formula 1: Felipe Massa racconta le novità che saranno introdotte sulla Ferrari F10 per il Gran Premio della Cina edizione 2010 ed esprime impazienza per scendere in pista dove vuole vincere la sua prima gara dell'anno

da , il

    Ci sono delle novità in Cina per la Ferrari. Come tutti gli altri team che lottano per la vittoria del campionato, anche la scuderia di Maranello porta dello sviluppo ad ogni gara. Le principali innovazioni saranno sul fronte aerodinamico, il tutto in attesa che per il GP di Spagna, prima tappe europea della stagione 2010 di F1, si possa iniziare a parlare di F-Duct in stile McLaren per colmare il gap in rettilineo con le vetture di Woking. Felipe Massa, reduce da 3 gare su 3 disputate mai al 100% del proprio potenziale, non vede l’ora di provare la nuova Ferrari e riuscire, magari, a vincere per consolidare e legittimare il primato in classifica.

    FERRARI F10. Sarà un nuovo inizio di stagione in Cina. Se lo augura Felipe Massa che, dopo aver guidato con il motore surriscaldato in Bahrain ed aver gestito due corse difficili causa pioggia beffarda in Australia e Malesia, si ritrova magicamente in testa al mondiale. Per lui il GP dei Shanghai è l’occasione giuste per legittimare il primato con una bella vittoria che pareggi quelle di Fernando Alonso e Sebastian Vettel e poter finalmente dimostrare al mondo intero il potenziale rimasto inespresso della Ferrari F10. Le principali novità portate in pista dal team di Maranello riguardano accorgimento aerodinamici. Si parla di dettagli. Quei dettagli che fanno la differenza, ricordano i tecnici del Cavallino. “Non vedo l’ora di poter sperimentare le nuove soluzioni che la squadra ha preparato per questa gara, che dovrebbero darci un po’ più di prestazione - ha dichiarato il braasiliano sul sito Ferrari - Questa è la seconda stagione in cui è in vigore il divieto di test durante il campionato, quindi l’introduzione di nuove parti comporta che il venerdì viene utilizzato non soltanto per la ricerca del miglior assetto e per il tracciato e per la valutazione delle gomme ma anche come sessione di test per le novità. Normalmente il lavoro procede tramite prove comparative tra soluzioni nuove e vecchie in modo tale che, durante il debriefing, si possano esaminare con accuratezza i dati della telemetria ed ascoltare le opinioni dei piloti. Se c’è un vantaggio, la nuova configurazione è promossa e sarà utilizzata in qualifiche e gara

    FELIPE MASSA. Il brasiliano è impaziente, dicevamo. Massa ha passato alcuni giorni nella residenza di Montecarlo ritrovando la famiglia prima di ripartire alla volta di Shanghai. “Mi sento davvero in forma – ha dichiarato sul suo blog – buona parte dei giorni successivi alla gara della Malesia li ho passati allenandomi. Nel mio condominio c’è una palestra e non è mai molto frequentata quindi ho potuto fare tutto quello che volevo in pace e con calma”. La vera incognita che preoccupa il ferrarista e tutti coloro i quali vorrebbero una gara senza troppi colpi di scena è il meteo:“Come sempre a Shanghai possiamo aspettarci condizioni variabili con temperature piuttosto fredde, come spesso è accaduto in passato. Dobbiamo quindi ad essere preparati ad affrontare ogni circostanza”, ha ricordato il pilotino di San Paolo che a Shanghai ha una non pessima tradizione con un secondo posto nel 2008 ed un terzo nel 2007. “E’ piacevole guidare su questo tracciato – ha aggiunto Massa - il lungo rettilineo che lo caratterizza e che si conclude con una curva molto stretta a destra offre una concreta possibilità di effettuare sorpassi. Dovremo essere molto attenti quest’anno in quel punto perché abbiamo visto che la McLaren soprattutto ha un’elevatissima velocità di punta e, in caso di duello, dovremo cercare il modo di difenderci”, ha concluso.