Ferrari: potevi rallentare Massa, Kimi Raikkonen meritava di vincere il GP di Francia

la ferrari festeggia per la vittoria con doppietta nel gran premio di francia ma e dispiaciuta per la mancata affermazione di kimi raikkonen a causa di un problema tecnico che ha rischiato di far fermare il pilota finlandese

da , il

    GP di Francia, può una doppietta essere triste?

    Se Massa ringrazia la sorte e si fa i complimenti per l’ennesima gara senza fare errori, Kimi Raikkonen porta un filo di delusione nel box Ferrari. Un filo talmente spesso da far sbiadire persino la grandissima prestazione offerta dalla F2008.

    E’ il segnale, questo, che nel box puntano ancora su di lui, sul campione del mondo. E’ evidente che alla Ferrari fanno i complimenti a Massa per la striscia positiva che sta collezionando, ma guardano a Raikkonen e si dispiacciono per l’occasione persa.

    Il campione del mondo in carica ha un palmares, un curriculum e una storia che danno garanzie decisamente superiori. Prove ne sono le dichiarazioni di Domenicali:“Mi dispiace molto per Kimi, che oggi stava andando alla grande ed e’ stato bravissimo a portare al traguardo una macchina in quelle condizioni. Ora dovremo guardare in che condizioni si trova il propulsore della sua vettura e valutare che cosa converra’ fare in vista della gara di Silverstone. Quanto a Massa – prosegue il direttore della GES Ferrari – sono molto contento per lui che per la prima volta si trova in testa al mondiale nella sua carriera.

    Le prossime gare che si svolgeranno su circuiti a basso livello di imprevediblità, diranno molto su quale piega prenderà la stagione 2008. La speranza Ferrari, a questo punto, è che il mondiale si decida con una lotta in famiglia che, comunque vada, sarà un successo.

    Pur considerando questa eventualità, però, c’è da credere che la maggioranza del box continuerà a tifare per il biondo, conscio che nel 2009 sarà tutta un’altra bagarre e presentarsi alla vigilia della nuova sfida con un 2 a 0 nel computo dei campionati vinti, sarebbe già un buon punto di partenza per imporre decisioni scomode alla seconda guida, dichiarata o meno che sia.

    Prendo spunto da queste considerazioni, quindi, per lanciare una provocazione. Nella seconda parte di gara entrambi i piloti Ferrari avevano accumulato un enorme vantaggio sugli altri e, tra i due, era semmai Raikkonen colui il quale avrebbe meritato di vincere. Se, allora, alla Ferrari avessero deciso di far rallentare Massa per ristabilire “a tavolino” le gerarchie che “la pista” aveva delineato e che solo la sorte (vedi il tubo di scarico difettoso) aveva ribaltato, sarebbe stato giusto parlare di scandalo e/o di mossa antisportiva?

    Foto | Ferrari