Ferrari: Raikkonen al posto di Massa nel 2013?

da , il

    F1 Gp Ungheria 2012   Gara

    AP/LaPresse

    Dopo il brillante Gran Premio d’Ungheria, che ha visto le due Lotus salire sul podio in maniera autorevole, con la vittoria che sarebbe potuta essere alla portata del team inglese, se solo si fosse corso su un circuito con maggiori opportunità di sorpasso, arrivano indiscrezioni sul mercato piloti 2013.

    Poco credibili a nostro avviso, perché servirebbe un incrociarsi di circostanze, un allineamento di pianeti, troppo complicato da credere realistico. La stampa si “diverte” a pronosticare un Kimi Raikkonen rientrate in Ferrari al posto di Felipe Massa. Il tutto nonostante il finlandese abbia un contratto valido per restare in Lotus anche per il prossimo anno e sarebbe una follia per il team diretto da Eric Boullier lasciarsi scappare l’attuale coppia di talenti.

    Romain Grosjean (quando non va fuori al primo giro) è un ottimo pilota su cui investire: non a caso ieri è stato l’unico a limitare i danni nella prima parte di gara e restare vicino a Hamilton. Inoltre, va fortissimo in qualifica.

    Quanto a Raikkonen, ha dalla sua la consistenza in gara, quella che gli ha consentito di esprimere al massimo il potenziale della Lotus in Ungheria, gestire perfettamente le gomme – il che non è troppo difficile vista la bontà della E20 – e inanellare tornate record a pista libera. Poi, la cattiveria agonistica buona di chi dice di voler puntare al titolo mondiale. Il rientro dopo il cambio gomme e la lotta con Grosjean sono tra i punti positivi da raccontare. Resta il neo di qualifiche troppo spesso incolori.

    Ecco, perché mai dovrebbe andar via Raikkonen e dividere il box con Alonso? Avrebbe sicuramente garanzie tecniche maggiori, nel senso di una capacità superiore della Ferrari nel realizzare macchine potenzialmente vincenti rispetto alla Lotus. Problemi a tornare là dove gli diedero il benservito? Nessuno a sentire Kimi, che si rammarica solo della conclusione del rapporto con Maranello: «Non sai mai cosa ti riserva il futuro. Le cose stanno andando piuttosto bene e sono contento dove mi trovo adesso. [In Ferrari] i rapporti probabilmente potevano andare in maniera migliore alla fine, ma la vita va avanti».

    A riportare la “notizia” di un Raikkonen rosso nel 2013 è stato il Sunday Times, secondo il quale – citando fonti interne alla scuderia di Maranello, senza specificarle – «Kimi sarebbe una soluzione molto buona». Ora a esser seri, Raikkonen sarebbe una soluzione grandiosa se si guarda all’alternativa Massa. «E’ veloce, esperto. Fernando non avrebbe problemi ad averlo come compagno».

    Chi non crede affatto alle voci di Raikkonen partente è Eric Boullier. «Ci sono sempre tanti rumours, abbiamo un biennale con Kimi ma come in tutti gli accordi ci sono delle opzioni. Credo che lui sia contento qui e non penso che l’esperienza in Ferrari sia stata delle migliori. Stare con Grosjean è certamente più facile che avere Alonso e non vedo perché Kimi dovrebbe voler fare il secondo in Ferrari quando ha l’opportunità di essere il numero uno con noi». Ragionamenti in gran parte condivisibili ma Boullier forse sbaglia quando pronostica un ruolo da seconda guida per Raikkonen in un eventuale futuro Ferrari. Poi, il dettaglio interessante: l’accordo in Lotus è per due anni ma lascia intendere che se arrivasse l’offerta di un team come Ferrari o McLaren, Raikkonen potrebbe andar via.

    Nel fantamercato estivo, non resta che lanciare l’unica suggestione possibile, per quanto irrealistica: Hamilton va in Lotus lasciando la McLaren (proprio quando è migliorata tecnicamente?) e Raikkonen si accasa al posto di Massa. Fantasie estive, appunto.