Ferrari: si torna al leccalecca

dopo la sfortunata gara di singapore, per il GP del giappone la ferrari ha dichiarato ufficialmente che tornerà ad utilizzare il leccalecca come gli altri team anziché il semaforo

da , il

    In vista del prossimo Gran Premio del Giappone e delle altre due sfide che restano da qui alla fine del mondiale 2008, la Ferrari ha deciso di mettere da parte il tanto discusso semaforo per tornare al più tradizionale lollipop durante le fasi del pit stop.

    SCELTA ANOMALA. Appurato che il sistema ha sempre funzionato benissimo e che il problema di Felipe Massa a Singapore è stato causato da un errore umano, risulta difficile capire come mai Domenicali abbia voluto fare un tale passo indietro. Oltretutto, rimettendo il lollipop in pit lane si dà ancor più responsabilità agli uomini del box. Con il semaforo, invece, tutto sarebbe avvenuto in modo automatico e senza il rischio che qualcuno si facesse prendere da tensioni e stress. Il direttore della Gestione Sportiva, però, giustifica la scelta proprio in termini di maggiore tranquillità:“Il semaforo ci fa guadagnare tempo per cui rende migliori le nostre performance al pit stop. Visto il delicato momento, però, abbiamo deciso di tornare all’antico per non dare troppa tensione ai nostri meccanici che, come tutta la squadra, sono chiamati ad una missione molto difficile”.

    FUJI CON NOVITA’. Il ritoro al leccalecca non è la solita novità che la Ferrari porta al Fuji Speedway. Anzi, è la meno importante. Per la gara nipponica dove la Ferrari vanta una tradizione piuttosto positiva (soprattutto a Suzuka), la F2008 porterà in pista le sue ultime evoluzioni che saranno adottate anche in Cina e Brasile. Gli sviluppi sono quelli testati al Mugello prima di partire per Singapore ed hanno avuto il parere positivo sia di Raikkonen che di Massa. Per il momento il team non ha dato ulteriori dettagli in merito per cui non resta che vedere la monoposto in pista per farsi una più precisa idea sulla portata dello sviluppo.

    2007 DA DIMENTICARE. E’ la seconda volta che si corre nel rinnovato Fuji e lo scorso anno la Ferrari commise uno dei suoi ormai celebri flop meterologici. Nonostante cadesse il diluvio, le loro previsioni meteo dissero che sarebbe stato bel tempo e i loro piloti furono gli unici a partire con gomme intermedie dietro la safety car. La polemica fu notevole anche perché la FIA si “dimenticò” di avvertire proprio il team di Maranello (e non tutti gli altri) che la partenza era stata data obbligatoria con gomme heavy rain. Effettuato il pit stop per montare le gomme giuste e ritrovatosi in fondo al gruppo. Raikkonen riuscì comunque a limitare i danni con un terzo posto. Per quest’anno la gara sembrerebbe asciutta ma il clima si preannuncia comunque mutevole ed incerto.